lunedì 5 ottobre 2009

Beppe Grillo presenta movimento e programma


05/10/09
Beppe Grillo il 4 ottobre 09 ha presentato il suo movimento a Milano al Teatro Smeraldo. Nei giorni passati aveva provveduto a presentare sul suo blog le proposte su diversi punti.
Molti punti, specie quelli che richiamano precedenti battaglie su energia e informazione, già portate avanti dal suo movimento, sono meglio supportati da riflessioni e considerazioni; su altri punti (ad esempio l’istruzione) in parte nuovi per il comico genovese, il programma risulta affrettato e con contraddizioni. La fatica di Grillo può essere utile per iniziare un dibattito che in questo paese langue, specie a livello di istituzioni e partiti.

Questi i link per collegarsi alle varie parti del programma di Beppe Grillo

Il punto sull’istruzione viene riportato qui di seguito poiché è stato oggetto di una mia lettera aperta a Beppe Grillo.
Ecco il punto sull’Istruzione di Beppe Grillo
Le persone istruite vivono più a lungo, hanno un reddito medio alto, è più difficile ingannarle. L'istruzione non taglia gli angoli, non ha scorciatoie, non è una velina o una escort. L'istruzione è un investimento su noi stessi che ha un altissimo tasso di ritorno. Una nazione poco istruita, senza ricercatori, senza una classe insegnante di livello, non ha futuro. Uno Stato si può definire come la somma del livello di istruzione dei suoi cittadini. Il pezzo di carta non deve più avere un valore legale, ma sostanziale, di formazione professionale. Negli Stati Uniti, intorno al MIT, l'istituto di tecnologia di Boston più importante del mondo, nascono di continuo imprese di successo create da ex studenti. Da noi i ragazzi più brillanti emigrano o fanno le fotocopie in qualche stage non pagato. Internet deve diventare uno strumento disponibile in ogni scuola a insegnanti e docenti. Internet è l'accesso alla conoscenza digitale, lo zaino ricolmo di libri ricomprati ogni anno è un business, un pizzo alle famiglie e la scoliosi per i ragazzi. Gli insegnanti vanno valutati e pagati (bene) per le loro capacità. Gli affidiamo l'educazione dei nostri figli e sono pagati meno di un qualunque lavoratore manuale. Il 4 ottobre 2009 nascerà un Movimento di persone, in cui ogni persona avrà un peso, senza capibastone, mandamenti, sezioni, strutture provinciali, regionali, tessere, correnti. Sarà presentato il programma del Movimento in 7 punti: Energia, Salute,Trasporti, Economia, Informazione, Istruzione e Stato e cittadini. Oggi pubblico la proposta per l'Istruzione per ricevere i vostri contributi.
ISTRUZIONE:
- abolizione della legge Gelmini
- diffusione obbligatoria di Internet nelle scuole con l’accesso per gli studenti
- graduale abolizione dei libri di scuola stampati, e quindi la loro gratuità, con l’accessibilità via Internet in formato digitale
- insegnamento obbligatorio della lingua inglese dall’asilo
- abolizione del valore legale dei titoli di studio
- risorse finanziarie dello Stato erogate solo alla scuola pubblica
- valutazione dei docenti universitari da parte degli studenti
- insegnamento gratuito della lingua italiana per gli stranieri(obbligatorio in caso di richiesta di cittadinanza)
- accesso pubblico via Internet alle lezioni universitarie
- investimenti nella ricerca universitaria
- insegnamento a distanza via Internet- integrazione Università/Aziende
- sviluppo strutture di accoglienza degli studenti

ECCO LA MIA LETTERA APERTA

"Lettera aperta
Caro Beppe,
Premetto che molti pezzi del tuo programma li condivido, ma ho letto quello sull'istruzione e lo trovo povero. Se mi permetti entro nel merito e spero che qualcuno ti possa segnalare questo intervento.
1) abolizione della legge Gelmini - Va specificato quale, visto che la signora ha sposato diverse normative.
2) Diffusione di internet nelle scuole. Già lo fanno tante scuole superiori, non è una gran riforma, molti studenti lo usano per i giochini.
3)Abolizione del libro di testo. No. Il libro è uno strumento utile per gli studenti, se è un buon libro è meglio di tanti appunti disordinati.
4) Insegnamento della lingua inglese obbligatoria dall'asilo. Questa da te non me l'aspettavo. Anche tu vuoi rompere i c... ai bambini appena nati. Il bambino va lasciato tranquillo, sta per apprendere una lingua pensiero, una lingua con cui potrà tradurre le sensazioni e pensieri, una lingua che deve conoscere profondamente. Per dire "dog" in altre lingue avrà tutto il tempo della sua vita. A otto/nove anni si può iniziare con l'inglese; non dobbiamo incontrare così velocemente Obama; dobbiamo prima imparare bene qualche parolaccia in italiano da usare in casa nostra.
5) abolizione valore legale titolo di studio. Dopo tanti anni di fatica e studio gli diciamo anche... vai a farti... selezionare.
6)ok.
7)valutazione - fanno già circolare degli stupidi questionari che servono a poco. Bisogna tranciare una serie di corsi universitari inutili
8)ok
9)ok
10)ok
11)ok
12)Integrazione università/aziende. Guarda che questo lo poteva scrivere Berlusconi. Va almeno chiarito cosa intendi
13) ok
Ma ti sei dimenticato:
- gratuità della scuola pubblica; compresa l'università per tutti gli studenti che non sono fuori corso.
- gli insegnanti precari; dopo tre anni di precariato lo Stato li deve assumere... ccccazzo
Un caro saluto da parte di un insegnante anziano già fuori dalla scuola.
francesco zaffuto
(immagine “la mano sinistra” fotografia © liborio mastrosimone)

Nessun commento:

Posta un commento

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.