mercoledì 29 dicembre 2010

CAPODANNO

CAPODANNO

Il nostro rito pagano
per tagliare
la testa al nostro passato
E il festeggiarci accanto
la nascita e la morte
di un dio
E noi dei ci contiamo
i tempi
ingerendo alcool
pasticci
ingoiando fumo
illuminando eteri
E noi ci contiamo i giorni
E noi ci opprimiamo
della stupida onnipotenza del fare
meravigliandoci del nostro fare

Ci misuriamo gli anni
il nostro progredire
la nostra statura
il nostro peso
i nostri affari
le nostre ricchezze
le nostre povertà

Bilanci
prescrizioni
preventivi
anche gli amori
misuriamo in anni di durata
E il tempo di guardarci attorno
di capirci
sfugge nel carico del fare
diviso in quotidiani inutili

Stupidamente formiche
abbiamo
siamo
sazi
a leccarci felici delle convenienze
e delle leggi

(dalla raccolta Alla ricerca di un dopo)risale al mio capodanno 1977 , non so cosa scrivere per il 2011, forse resterò in silenzio.
.
immagine – fuochi d’artificio

8 commenti:

  1. Il silenzio spesso vale una vita vissuta rumorosamente, ma non disperare, perché ti sarà dato modo per scrivere ancora.

    RispondiElimina
  2. caro francesco, c'è poco da scrivere... ci sarebbe da fare ma ..l'impotenza regna, e non mi riferisco all'unico vero problema di troppi italiani (impotenza sessuale), ma a quell'impotenza di cui siamo saturi un po' tutti ormai.
    come dice riverinflood, scriverai ancora, ne sono convinta, anche perché non farlo sarebbe privare molti di noi di poesie come questa, che mi piace molto.
    ti auguro un 2011 gregoriano meno silenzioso e migliore di questi anni bui, compreso questo che sta finendo, probabilmente il più buio.. tanto ci penserà il sole ad illuminare un po' di gente visto che saremo bombardati da tempeste solari, un caro saluto, laura

    RispondiElimina
  3. Ciao ti auguro un 2011 pieno di Amore, di felicità, di salute radiosa, di realizzazione di tutti i tuoi sogni. Cin cin

    RispondiElimina
  4. cari amici
    vi auguro e mi auguro tante belle cose
    francesco

    RispondiElimina
  5. Anch'io Francesco ti auguro un Felice Anno Nuovo!
    Lara

    RispondiElimina
  6. Buon anno Francesco!
    Ogni anno mettiamo in scena il rituale balletto dello scambio di frasi.
    A volte sincere, molto più spesso retoriche ed ogni volta vogliamo crederci, perchè abbiamo bisogno speranza.
    Ed anche questa volta voglio crederci nel farti l'augurio (ma sincero) di uno splendido 2011 all'insegna della salute, della serenità.

    Un abbraccio
    Namastè

    RispondiElimina
  7. Già c'è qualcosa in comune...qualcosa in comune col 77 e con l oggi....ancora ci "misuriamo gli anni" e "ci opprimiamo della stupida onnipotenza del fare".

    RispondiElimina
  8. Perbacco, come poetavi bene! E come eri preveggente! AUGURONI!

    RispondiElimina

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.