domenica 12 maggio 2013

Guardie e ladri



1951, come non provare simpatia per i due personaggi.
Ma ne è passato di tempo.
2013, ora accadono cose incredibili: i carabinieri sono impegnati in una operazione per arrestare qualcuno del Viminale.
Qualcuno del Viminale!? Perdindirindina!
Ecco dal Corriere della sera
“Secondo le verifiche effettuate dagli investigatori dell'Arma, al ministero erano stati informati di questa scelta di trasferire una parte del denaro all'estero. Come è possibile che sia stato autorizzato? E soprattutto da chi?”  Proseguite pure nella lettura su

e non è la prima volta perché già nel novembre 2012 si parlava di

Cosa dire: meno male che c’è l’Arma dei carabinieri che può arrestare qualcuno del Viminale? Si può considerare una buona consolazione?
L’abitudine a scandali e ruberie ci hanno fatto crescere sullo stomaco un pelo di castoro  e ormai,  come italiani,   siamo diventati uno strano popolo bifronte:  da un lato indignati e da un lato indifferenti,  giusto per sopravvivere.
12/05/13 francesco  zaffuto

2 commenti:

  1. Il pelo di castoro è troppo morbido; siamo ormai ricoperti del "pelo" dei ricci, quello che s'inalbera acuminato quando sono incazzati, per subito dopo riammosciarsi nell'indifferenza, ormai cronicizzata.
    Ciao, buona domenica.

    RispondiElimina
  2. Il lato oscuro, sempre oscuro, di certi apparati statali...

    RispondiElimina

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.