giovedì 15 ottobre 2015

IL FUTURO SENATO


Il Senato c’è o non c’è.
Il Senato c’è ma non vale.
Il Senato continuerà a costare ma non vale.
Mi chiederanno anche con un referendum cosa ne penso.
Ti piaceva prima? No
Ti piace quello di adesso?No
Ma allora vuoi ritornare a quello di prima? No
Veramente non lo volevo proprio: mi basterebbe una Camera di soli 300 deputati, con uno stipendio per ogni deputato non superiore mai a tre volte quello di un operaio, e con una legge elettorale costituzionale ben diversa …che …
E no, risposte così complicate non sono previste, potrai solo dire di sì a questo che ti hanno preparato o tornare a quello di prima, oppure stare zitto.

martedì 13 ottobre 2015

lunedì 12 ottobre 2015

RENZI: INTERVENTO PER I BAMBINI POVERI

RENZI: INTERVENTO PER I BAMBINI POVERI
Sabato 10 ottobre 2015, il Premier Renzi,  nel suo intervento in merito alla legge di stabilità in un convegno di industriali, promette che  dopo l'abolizione di Imu e Tasi, il Governo si dedicherà ai bambini poveri
 “per la prima volta il governo farà un intervento ad hoc per i bambini sotto la soglia di povertà”. In Italia, ha sottolineato il Presidente, “ci sono un milione di bambini sotto il livello di povertà”.
Ma quei bambini che hanno dei padri e delle madri, presidente come intende aiutarli?  Intende dichiararli adottabili da altre famiglie, o da istituti religiosi?
Se i bambini con dei genitori sono sotto la soglia di povertà vuol dire che i genitori sono sotto la soglia di povertà.

Lei Presidente giorni fa ha ridicolizzato ogni proposta di reddito di cittadinanza. Chi non ha un lavoro e non ha altri redditi è un povero, se ha dei bambini sicuramente la sua situazione si aggrava. Allora aiutare i bambini poveri significa aiutare i genitori a fare i genitori, dargli un lavoro o un minimo reddito di sopravvivenza. Se dice, Presidente,  che il primo denaro a disposizione lo vuole utilizzare per diminuire le tasse a chi non naviga in miseria e non vuole dare un minimo reddito di sopravvivenza, come intende aiutare i bambini poveri? Con il solito metodo del bonus, dell’ogni tanto si mangia la rimanenza? (f.z.) 12/10/15 

domenica 11 ottobre 2015

Onoranze …. del cardinale per Marino

Onoranze …. per Marino. Il Vaticano dà per scontato che ormai non c’è più.
"Ripartire dalle molte risorse religiose e civili presenti a Roma", esorta il Cardinale Vallini, vice del Papa per la città di Roma, ed auspica anche la "formazione di una nuova classe dirigente nella politica".
Ma perché il cattolico Marino è stato così inviso al Vaticano? Può essere attribuito solo alla gaffe del suo viaggio in Filadelfia? Forse il registro delle unioni civili al Comune di Roma può essere stato un motivo più forte ….? …..o altro?

In quanto al ripartire dalle molte risorse religiose, e formare una nuova classe dirigente, sarebbe opportuno ricordare al cardinale che a Roma il Vaticano ci sta da tanti secoli; si poteva ripartire già tante volte. (f.z.)
11/10/15

mercoledì 7 ottobre 2015

L'appello di medici senza frontiere


Clic qui sotto


6 Ottobre 2015
Dalle 2.08 alle 3.15 nella notte del 3 ottobre, il nostro ospedale traumatologico a ‪‎Kunduz‬, in Afghanistan, è stato colpito da una serie di bombardamenti aerei a intervalli di circa 15 minuti l’uno dall’altro.
12 operatori ‪‎MSF‬ e almeno 10 pazienti, tra cui 3 bambini, sono stati uccisi. 
Non è stato solo un attacco contro il nostro ospedale, è stato un attacco contro le Convenzioni di Ginevra. È inaccettabile. Queste Convenzioni governano le regole della guerra e sono state stabilite per proteggere i civili nei conflitti, compresi pazienti, operatori e strutture sanitarie.
Chiediamo che venga avviata un’investigazione completa, trasparente e indipendente, condotta dalla Commissione d'Inchiesta Umanitaria Internazionale per sapere esattamente cosa sia successo e come sia potuto accadere un evento di questa gravità. Questa Commissione esiste ma non è mai stata usata.
Chiediamo agli Stati firmatari di attivare la Commissione per stabilire la verità e riaffermare lo status di protezione degli ospedali nei conflitti.
Oggi abbiamo bisogno di voi, come esponenti della società civile, perché siate dalla nostra parte nel ribadire che anche le guerre hanno delle regole. Mostraci la tua solidarietà e il tuo supporto condividendo (con privacy "Pubblico") su Twitter, Facebook e Instagram foto e messaggi con la richiesta#IndependentInvestigation e #Kunduz, che compariranno automaticamente nella nostra Tagboard. Grazie!

Aiutaci a rafforzare la nostra richiesta! Condividi #‎IndependentInvestigation‬ e #kunduz sui social network

domenica 4 ottobre 2015

Il carattere della guerra

Errore o effetto collaterale della guerra o atto estremo per uccidere il nemico sacrificando medici, infermieri e malati dell’ospedale di Medici senza frontiere.
Bombe americane colpiscono l'ospedale di Medici senza Frontiere (Msf) a Kunduz, in Afghanistan, città sotto il controllo dei talebani e da giorni teatro di scontri con le forze di sicurezza governative: almeno 20 morti il bilancio provvisorio, secondo quanto detto al Guardian online fonti di Msf. I feriti sono numerosi e il bilancio è destinato a salire. Il bombardamento è proseguito per mezz'ora dalla segnalazione alle forze armate Usa e afgane, denuncia Msf su Twitter, aggiungendo che "tutte le parti in conflitto, incluse Kabul e Washington, conoscevano le coordinate delle nostre strutture già da mesi".
Le forze americane, tramite il portavoce delle forze Usa in Afghanistan, colonnello Brian Tribus, hanno detto che l'operazione "potrebbe avere causato danni collaterali ad una struttura medica della città". "Indaghiamo sull'incidente", ha aggiunto. "Le forze Usa hanno condotto un raid aereo sulla città di Kunduz alle 2,15 locali, contro individui che minacciavano le forze".
Mentre Kabul sostiene che nell'ospedale "si nascondevano 10-15 terroristi", tutti "uccisi, ma fra le vittime ci sono stati anche dottori".
Continua su ….



Questo fatto non va lasciato cadere nel tritatutto del dimenticatoio dove una notizia nuova ed atroce fa dimenticare la precedente.