mercoledì 29 giugno 2016

Disuguali nel pasto fin da bambini

I bambini hanno diritto di mangiarsi il proprio panino durante l'orario della mensa. Così ha deciso la Corte d'appello del tribunale di Torino, che in una sentenza ordina al Comune e al ministero dell'Istruzione di organizzare un servizio ristorazione che permetta di nutrirsi a scuola anche a chi vuole portarsi il pranzo da casa. La battaglia per il "panino libero" era partita da un gruppo di mamme, che tre anni fa avevano avviato la causa dopo aver protestato duramente contro l'aumento del costo dei pasti.
Bene, però è pure vero che i bambini hanno necessità di un pasto caldo, ed è pure vero che il mangiare insieme lo stesso pasto è un fatto educativo che insegna l’essere uguali o simili
Allora la strada è quella di una mensa il cui costo sia accessibile a tutti i bambini!!!

Almeno un buon piatto di minestra per tutti!!!

Per i post recenti o in evidenza di Crisi dopo la crisi vai all’Home page

venerdì 24 giugno 2016

Gran Bretagna: ballo da sola

La Gran Bretagna con il 52% al referendum decide di lasciare la UE. 
Non stava neanche nell’Euro ed aveva ottenuto dalla UE un trattamento speciale,  ma oggi decide di ballare da sola.

lunedì 20 giugno 2016

QUANTO SEI BELLA ROMA ...

Poche parole sul voto del 19 giugno 2016

Si conferma in qualche modo che gli italiani che vanno a votare vogliono determinare un qualche cambiamento e miglioramento. 
Attenzione che la stanchezza è forte, e lo dimostra l’elevato dato dell’astensionismo: questa stanchezza può penalizzare subito chi aveva promesso cambiamenti e miglioramenti se non si vedrà qualche frutto.

venerdì 17 giugno 2016

dedicata a Jo Cox


A Jo Cox

Pare che fosse una ragazza
che amava il mondo
Senza cercarlo incontrò
forse un uomo
che amava del mondo una parte
Il tutto e la parte
si scontrarono
senza parlarsi
In quella parte di mondo
parlava nell’istante la pistola

martedì 14 giugno 2016

Le letture della Strage di Orlando


Diciamo come prima cosa che la strage di Orlando nel locale gay è un lutto per l’umanità.
Poi possiamo passare alle tante letture che possono averla originata:
è il gesto isolato di uno squilibrato, ma prontamente è stato rivendicatato dall’Isis, organizzazione estremista islamica che ha messo a ferro e fuoco il medio oriente;
è la conseguenza di una vendita incontrollata di armi belliche ad ogni cittadino americano, il suo fucile automatico di guerra si può agevolmente comprare in USA;
è l’intolleranza contro gli stili di vita omosessuali, intolleranza che spesso accomuna diverse fedi religiose, la distruzione della città di Sodoma è un atto della divinità ed è comune alle tradizioni di tre religioni (ebraica, mussulmana e cristiana) che si richiamano alla Bibbia;
è un atto contro la cultura occidentale che si basa sulla tolleranza degli stili di vita e non discrimina sui comportamenti sessuali;
è una atto contro la libertà dell’uomo, contro i diritti civili, contro il suo essere uguale nella diversità;
è una realizzazione del sé attraverso la violenza sugli altri;
è il non vedere l’altro come componente della stessa umanità a cui tutti apparteniamo;
è lo spostare il riconoscimento umano in un universo oltre la morte, dove può essere premiata ogni azione che tu fai; la bontà dell’azione la decidi tu è può essere il delitto più atroce;
è la condizione della miseria di idee in cui barcolla la nostra moderna umanità.
Per la notizia

sabato 4 giugno 2016

5 giugno CH si vota per il reddito di dignità

Domani 5 giugno 2016 si vota in Italia per le elezioni comunali.
Sì, certo è importante. Ma c’è un appuntamento elettorale fuori dell’Italia che può segnare la storia:
il voto in Svizzera sul Reddito di Base Incondizionato.
E’ difficile che questa conquista sociale possa vincere il referendum, ma in questa battaglia sono importanti anche i dati di una sconfitta. Per vedere se ci sono possibilità di modificare questa società capitalista che espelle i giovani dal mondo del lavoro con l’automazione e non gli lascia alcuna prospettiva.

venerdì 3 giugno 2016

Elezioni amministrative del 5 giugno

S’i’ fosse …
Elezioni amministrative del 5 giugno
Nel mio Comune non si  vota
Ma  s’i’ fosse …

S’i’ fosse de Milan voterei Rizzo
Se ballottano i destri mi riposo,
S’i’ Napolitan fosse in Angioino
Lo De Magistris stretto mi terrei,
S’i’ fosse torinese ho l’Appendino
Ch’è un po’ meglio del secco Fassino,
Da bolognese non saprei che fare,
Ho solo i tortellini da mangiare,
S’i’ fosse a Roma allor sarìa romano,
Ricordando l’affondo di Marino
Vedo del sole i Raggi del mattino

giovedì 2 giugno 2016

2 Giugno, un merito per l’Italia

Sull’Italia e sugli italiani e sui loro problemi spesso si fanno acide battute, e le battute spesso le fanno gli stessi italiani, come se fossero in gara a denigrarsi.
Un po' di meriti l'Italia li ha e in diversi campi. 
Ce ne sta uno di cui andare orgogliosi: la mano che gli ialiani hanno dato in mare per salvare migranti disperati.