domenica 28 maggio 2017

A margine del caso del bambino morto di otite

Medicina ufficiale da una parte ed omeopatia dall’altra, come due partiti che si combattono e non si parlano, anzi come due religioni albergate da fanatismi. 
Ci sono casi che è meglio curare con la medicina ufficiale e casi che è meglio curare con la medicina omeopatica; ma i medici  parteggiano e dicono peste e corna della parte avversa. I pazienti, che conoscono ben poco delle due, spesso vengono ad avere un ruolo di arbitri o almeno di moderatori delle opposte fazioni; e lo fanno sulla loro pelle.
Le Università mediche e i centri di ricerca dovrebbero almeno darsi il compito di smussare i fanatismi.
I fanatismi sono spesso accresciuti dalla stampa che sembra essere la depositaria delle competenze scientifiche, basta leggere alcuni articoli di oggi. (fr.z.)