sabato 30 giugno 2018

Che accidenti di Europa è? ...


Che accidenti di  Europa è?  dove le quote latte sono obbligatorie e le quote immigrati sono facoltative.
 Il minimo di solidarietà richiesto a tutti i paesi europei non può essere un optional. 
Eppure il comma 6 dell’Accordo europeo del giugno 2018, con tanto condizionali e un solo indicativo “saranno attuate” così recita:
6.
Nel territorio dell'UE coloro che vengono salvati, a norma del diritto internazionale, dovrebbero essere presi in carico sulla base di uno sforzo condiviso e trasferiti in centri sorvegliati istituiti negli Stati membri, unicamente su base volontaria; qui un trattamento rapido e sicuro consentirebbe, con il pieno sostegno dell'UE, di distinguere i migranti irregolari, che saranno rimpatriati, dalle persone bisognose di protezione internazionale, cui si
applicherebbe il principio di solidarietà. Tutte le misure nel contesto di questi centri sorvegliati, ricollocazione e reinsediamento compresi, saranno attuate su base volontaria, lasciando impregiudicata la riforma di Dublino.
L’intero accordo su
 Chi ha vinto al momento sono i paesi (come l’Ungheria di Orban) che rifiutano impegni di solidarietà sui migranti.
 E’ incomprensibile la soddisfazione di Conte e Salvini che sono contenti di questa vittoria dei nazionalisti e che lasciano l’Italia ancora negli impicci.   Certo secondo la logica salviniana possiamo essere cattivi anche noi, ma a noi ci costa di vedere i morti annegati da vicino.  A meno che non paghiamo qualche sodo ai libici per liberarci dall’orrenda visuale della morte dei migranti. In questo modo possiamo arrivare miracoloso effetto: “occhio che non vede cuore che non duole”.
Francesco Zaffuto
Link sullo stesso argomento
Immagine – Shengen map