sabato 20 giugno 2009

Tra noi: uno su sei non mangia

20/06/09
Stiamo in sei su questa piccola barca che chiamiamo terra e che naviga nell’universo: uno di noi è molto ricco e grasso, un altro non ha niente da mangiare e spesso gli manca l’acqua, gli altri quattro siamo mediamente stupidi.
Secondo i recenti dati distribuiti in giugno dalla FAO gli esseri umani che soffrono la fame nel 2009 sono più di un miliardo, un sesto dell’ umanità (la recente crisi mondiale ha aggiunto 100 milioni di affamati).

http://www.fao.org/news/story/en/item/20568/icode/%20i/

http://www.unimondo.org/Notizie/Fao-un-sesto-dell-umanita-soffre-la-fame-rischio-per-pace-e-sicurezza-nel-mondo

L’appello alla carità individuale e al volontariato non basta. I paesi ricchi non si debbono limitare alla carità, che può essere utile per affrontare solo l’aspetto dell’immediato soccorso.
Quello che sta accadendo nel mondo ha una responsabilità politica e può essere risolto con gli strumenti della politica.Il superamento della crisi economica mondiale non può essere visto come un ritorno alla stupidità del passato; la crisi va superata cambiando rotta.
Lo sviluppo della produzione agroalimentare negli stessi paesi poveri, con una tecnologia avanzata per l’uso delle acque, è la strada maestra. Per avviare tale sviluppo è necessario l’avvio di processi di formazione tecnica e di autonomia produttiva. Dell’avvio di questi processi se ne debbono fare carico gli organismi internazionali mondiali ed europei.

La povertà diffusa a livello planetario crea malessere nei poveri dei paesi sottosviluppati e crea malessere anche nei paesi ad economia avanzata; i flussi migratori rischiano di essere superiori alle capacità di accoglienza. Dallo sviluppo dei paesi poveri si può avere un beneficio economico collettivo di tutto il pianeta. L’Europa deve avere a cuore in particolare lo sviluppo dell’Africa, di questo sviluppo ne possono godere i poveri dell’Africa e l’Europa stessa.

francesco zaffuto

articoli collegati su questo blog.

Il punto sulla crisi

(immagine – “Cassandra e le torri” olio su tela © francesco zaffuto link Cassandra )

Nessun commento:

Posta un commento

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.