domenica 11 luglio 2010

BP, ben poche righe


Ormai ridotta a poche righe la marea nera non fa più paura. Solo nelle pagine interne dei nostri grandi giornali e senza immagini.
Lo fanno per evitare di annoiare i lettori? Preferiscono notizie fresche.
Le poche righe che ho letto a pagina 19 del Corriere di oggi dicono che: ci proveranno con un nuovo tappo.
Dicono un tappo più sofisticato.
Ma nei fatti non vogliono mettere un tappo, vogliono sistemare nel fondo del mare un rubinetto, una specie di tappo ben sofisticato che possa permettere alla BP di recuperare 80 mila barili di greggio al giorno. Nei fatti vogliono portare a termine la loro avventura e guadagnarci come previsto, magari cercando di pagare il meno possibile di danni. Uccelli, pesci e crostacei non riescono a costituirsi come parte civile.


11/07/10 francesco zaffuto

Immagine - Pensieri di Atlante “sono insopportabili, prima o poi mi stanco”
.
qualche informazione in più
Analisi sull'acqua che esplode
19 luglio 10 - il tappo pare non reggere
6 Agosto 10 - La BP non demorde