martedì 27 luglio 2010

Preservare il Mediterraneo

Di chi è il mare?

Prima di tutto dei pesci che ci vivono dentro,
poi dell’uomo
ma solo se ci vuole nuotare dentro a somiglianza dei pesci.



Nel Mediterraneo sta arrivando la BP, è pronta a trivellare per conto della Libia
http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=112198&sez=HOME_NELMONDO
.
16/08/10 - AGGIORNAMENTO - trivellazioni da Ottobre per conto della Libia

Ancora sono vive le piaghe del Golfo del Messico
http://www.voceditalia.it/articolo.asp?id=55389

Scopriamo recentemente una nuova marea nera nei mari della Cina
http://www.repubblica.it/esteri/2010/07/20/foto/marea_nera_in_cina_salvataggio_shock-5710387/1/

Ma il “nostro” Mediterraneo corre rischi più gravi: non confina con gli oceani, è un ecosistema che deve provvedere da solo a se stesso, un disastro simile a quello del Golfo del Messico lo porterebbe a un collasso irreversibile. Lo “capisce” lo stesso Frattini:
http://www.apcom.net/newsesteri/20100726_183901_5dfb69d_93632.html

Ma la coscienza italiana puzza anch’essa di petrolio
perfino a largo di Sciacca
http://nibiru2012.forumfree.it/?t=49000867

E’ URGENTE CHE IL MOVIMENTO ECOLOGISTA INTERVENGA PER SENSIBILIZZARE I GOVERNI DI TUTTI I PAESI CHE SI AFFACCIANO SUL MEDITERRANEO

E’ URGENTE LA RICHIESTA DI UNA CONFERENZA INTERNAZIONALE PER PRESERVARE IL MEDITERRANEO

E’ URGENTE BLOCCARE TUTTE LE TRIVELLAZIONI

E’ URGENTE STABILIRE UN CODICE DI COMPORTAMENTO INTERNAZIONALE PER IL MEDITERRANEO.

E’ URGENTE DIVENTARE PESCI DEL MEDITERRANEO PER EVITARE LA NOSTRA STESSA ESTINZIONE

27/07/10 francesco zaffuto

altri post di questo blog sulle trivellazioni
AGGIORNAMENTI
26/08/10 Qualche manifestazione

(immagine “qualche nuvola sull’Adriatico” acquerello © francesco zaffuto)