lunedì 26 luglio 2010

Normale essere azzannati da un pitbull


Leggo sulle pagine locali del Corriere delle sera del 26 luglio 10 che a Cinisello Balsamo, in un giardino pubblico, una bambina di nove anni è stata azzannata da un pitbull.
La dinamica dei fatti è così descritta: “l’animale ha avuto uno scatto, ha strattonato il padrone liberandosi dal guinzaglio, correndo verso la bambina...”
Spesso vediamo nei parchi o in strada dei grossi cani dotati di mascelle potenti e tenuti a guinzaglio da padroni mingherlini; ma a parte la forza fisica del padrone del cane una distrazione è sempre possibile.
E’ la museruola che mette al riparo dai rischi e non il guinzaglio.
Vediamo cosa dice l’Ordinanza 3 marzo 2009 (in GU n. 68 del 23-3-2009) del nostro ministro Sacconi (quello che si occupa di lavoro, di salute, ed anche di cani, di tutto un po’ - l’ordinanza è firmata dal suo sottosegretario Martini - forse il ministro in quel momento si occupava d’altro). L’ho recuperata su:
http://www.uniroma1.it/documenti/organizzazione/gatti/ordinanza.pdf

3. Ai fini della prevenzione dei danni o lesioni a persone, animali o cose il proprietario e il detentore di un cane devono adottare le seguenti misure;
a) utilizzare sempre il guinzaglio ad una misura non superiore a mt 1,50 durante la conduzione dell'animale nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico, fatte salve le aree per cani individuate dai comuni;
b) portare con se' una museruola, rigida o morbida, da applicare al cane in caso di rischio per l'incolumita' di persone o animali o su richiesta delle Autorita' competenti;


Mentre nel caso del guinzaglio viene esplicitamente usata la dizione “sempre”, nel caso della museruola si parla di applicazione “in caso di rischio per l’incolumità”.
Il padrone del cane quando dovrebbe mettere la museruola? Quando il cane è agitato? Prima o dopo che il cane ha morsicato? Questo non è proprio spiegato, e non è possibile spiegarlo con una ordinanza.
Il base al punto b), se sei un vigile o un carabiniere puoi dire al proprietario del cane: “senta, le metta la museruola”. Se sei una bambina o un qualsiasi cittadino prima di ti devi fare morsicare.

Sul piano della logica la museruola dovrebbe essere sempre ben applicata e il guinzaglio potrebbe avere una qualche applicazione discrezionale. Un cane con una buona museruola applicata può anche sgranchirsi le gambe con una cosetta nelle vicinanze del padrone e senza tanti rischi.
Ma esiste una logica in questo nostro paese?
La logica sembra solo quella di far guadagnare le assicurazioni: se fate una breve ricerca su internet scoprite che con appena cento euro l’anno i padroni dei cani si possono mettere al riparo dal rischio delle morsicature. Ma un bambino o un cittadino preferirebbero non essere azzannati, per certi danni non ci sono risarcimenti che bastano.
Questa ordinanza va cambiata, per me si può anche cambiare il ministro.
26/07/10 francesco zaffuto
12/08/10

1 commento:

  1. Bisognerebbe cambiare proprio tutto!

    Non c'è cifra che possa ridare un occhio ad una bimba o un orecchio ad un bimbo ecc.ecc...

    La repubblica delle banane non si smentisce mai.

    RispondiElimina

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.