martedì 26 aprile 2016

Chernobyl, il 26 aprile di 30 anni fa


Chernobyl, il 26 aprile di 30 anni fa  - Per non dimenticare
Ricordo quei giorni a Milano, si aveva paura anche a mangiare l’insalata; con il mio amico Angelo Scebba, che possedeva un contatore Geiger, andavamo in giro per la città e in certi punti si sentiva aumentare il ticchettio degli impulsi del contatore che segnalava presenza di radiazioni.
Abbiamo avuto due referendum in Italia che ci hanno allontanato dall’avventura atomica, ma è ancora un’avventura a cui l’umanità non ha posto fine. L’Iran, nonostante le riserve di petrolio, ha voluto costruire la sua centrale nucleare, e sempre nuovi scienziati ci saranno che proporranno centrali dette “sicure”. Atomo civile e atomo di guerra stanno accoppiati come potenza in grado di distruggere terra ed umanità.

Francesco Zaffuto