martedì 6 marzo 2018

La campagna elettorale di Putin


Dopo un cambio di data, le prossime elezioni presidenziali in Russia si terranno il 18 marzo 2018. Se al termine del voto nessuno dei candidati in lizza dovesse raggiungere la maggioranza assoluta, allora si procederà a un secondo turno in data 8 aprile.
Il favoritissimo Putin ha lanciato una campagna a tutto campo:
e forse anche le recentissime dichiarazioni di avere una superbomba fanno parte della campagna; ma non sono un buon contributo alla distensione internazionale in materia nucleare.

Non sta mancando una pubblicità sul fronte interno la più varia, e c'è qualcuno che ha trovato anche delle coloriture osé:

Il principale rivale del Partito Nazionalista Russia Unita di Putin doveva essere il Partito del Progresso con Alexey Navalny che però è stato dichiarato non candidabile per pendenze giudiziarie (almeno così sono state presentate le motivazioni di chi detiene il potere in Russia).

Certo la Russia appare lontana e dopo i fatti accaduti in Crimea e in Ucraina si è prodotta un’artificiale lontananza dall’Occidente che non fa presagire niente di buono per gli equilibri del mondo e per lo sviluppo mondiale della Pace. Dall’isolamento della Russia non può nascere niente di buono per il mondo. Un'ultima notizia  mette in luce nuovi aspetti dell'isolamento: la ventilata ipotesi che la Russia si possa sconnettere dall’Internet mondiale

immagine da