martedì 3 maggio 2011

Obama Bin Laden


(un aggiornamento del 5 maggio in coda)



Ma è overo o nun è overo ?




Bin Laden non parlava più da tempo, gli ultimi proclami li aveva fatti il dottore suo vice. L’ultima volta che era apparso in video aveva una ventina di anni di meno e neanche un pelo di barba bianca. I pachistani lo consideravano morto dal 2007.
Ora improvvisamente muore ufficialmente; i grandi avversari USA “che lo inseguivano da dieci anni” si affrettano a buttare il suo corpo in mare, dopo avere assicurato di avere fatto un esame del DNA in base a tracce di una sorella.

La sepoltura in mare, dicono i servizi segreti USA, è stata fatta per assicurare una cerimonia islamica; fonti autorevoli islamiche del Cairo si affrettano a spiegare che tali cerimonie non sono previste dalla tradizione islamica.
Obama si presenta in una inusitata versione alla John Wayne per annunciare e descrivere l’operazione militare che ha scovato Bin Laden. Il premio Nobel per la Pace afferma che attraverso l’uccisione di un “particolare uomo” il male nel mondo è diminuito.
I dubbi restano tanti, una cosa però si intravede a grandi linee: nel mondo islamico si muovono eventi ben diversi da quelli di qualche anno fa e gli americani vogliono chiudere una strategia per aprirne un’altra.
03/05/11 francesco zaffuto

.

AGGIORNAMENTO de 5 maggio 11

Obama dice che non mostrerà le foto di Osama per evitare ulteriori ritorsioni e perchè trattasi di foto raccapriccianti - La scelta è comprensibile ma darà adito ad aumentare i dubbi - Rimangono gli interrogativi su tutti questi lunghi anni.

.
Immagine – punto interrogativo bianco su fondo rosso, tratto da http://www.italianwebdesign.it/wp-content/uploads/2010/12/dubbio.jpg

10 commenti:

  1. penso che il tuo titolo sia voluto (Obama anziché Osama)... ma guarda qui!

    RispondiElimina
  2. Sono le solite segretezze che fanno riflettere e suscitano dubbi.
    Il terrorismo non è stato sconfitto, questo è il più grande problema.

    RispondiElimina
  3. ad angie
    sì, il mio titolo è voluto perchè volevo evidenziare le perplessità sulla vicenda; ma non mi aspettavo il grande quantitativo di lapsus dei giornalisti, grazie per la nota.

    RispondiElimina
  4. a Kylie
    forse qualcosa cambierà nello scenario, non per questa ultima vicenda di cui conosciamo ben poco, ma per le recenti lotte nei paesi arabi.

    RispondiElimina
  5. Sarebbe stato molto meglio processarlo. In fondo sono il paese che vuole fare da faro al mondo e non dovrebbero farsi giustizia in maniera medio evale.

    RispondiElimina
  6. i governi hanno bisogno di questi mmisteri questa è l'unica cosa certa
    un saluto

    RispondiElimina
  7. Se nei prossimi giorni non presenteranno prove inoppugnabili la nebbia si farà sempre più fitta.

    RispondiElimina
  8. E ora con chi se la prenderanno?!

    RispondiElimina
  9. Volevo fare anch'io un commento sull'Osama, ma qualcuno è arrivato prima:-)
    E l'altra considerazione, anche se anche questa è già stata fatta, non è così importante la morte di Bin Laden. E' la morte del terrorismo islamico che non è avvenuta e chissà e se arriverà mai.

    RispondiElimina
  10. Beh, se hai voglia di leggere...
    http://www.dongiorgio.it/pagine.php?id=2464
    http://www.cadoinpiedi.it/2011/05/05/litalia_sapeva_dovera_bin_laden.html#anchor

    RispondiElimina

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.