lunedì 27 ottobre 2014

Grillo e la morale della Mafia

Placido Rizzotto

Grillo choc a Palermo: «La mafia aveva una sua morale ma è stata corrotta dalla finanza»
 Basta ricordare a questa “emerita testa” che quando la mafia aveva una sua “condotta morale” accadeva che: Giuseppe Letizia (Corleone, 1935  Corleone, 11 marzo 1948) è stato un giovane pastore, vittima della mafia. All'età di 13 anni assistette all'omicidio del sindacalista Placido Rizzotto, ucciso il 10 marzo 1948 da Luciano Liggio, luogotenente di Michele Navarra, capomafia di Corleone. La notte in cui avvenne il delitto, Giuseppe Letizia era nelle campagne corleonesi ad accudire il proprio gregge. Il giorno seguente fu trovato delirante dal padre, che lo condusse all'ospedale Dei Bianchi diretto da Navarra. Lì, il ragazzo, in preda di una febbre alta, raccontò di un contadino che era stato assassinato nella notte. Curato con un'iniezione, morì ufficialmente per tossicosi, sebbene si ritenga che al ragazzo possa essere stato somministrato del veleno.