sabato 18 ottobre 2014

L’andamento della febbre 15-17 ottobre

Ci comunicano costantemente
lo stato della nostra febbre
Borsa di Milano
15 ottobre Il Ftse Mib ha subito un tonfo del - 4,44%
16 ottobre   il Ftse Mib chiude a -1,21%
17 ottobre il Ftse Mib ha complessivamente recuperato con un + 3,42%
Con il dato del 17 ottobre ci dicono che siamo ritornati a stare bene.
Se osserviamo con attenzione,  e sommiamo i dati negativi del 15 ottobre insieme a quelli del 16 ottobre, abbiamo un meno 5,65% che non si può dire pienamente recuperato da un più 3,42%.
Cosa è accaduto: nulla. Ma su quel nulla chi ha speculato al ribasso ha guadagnato qualche miliardo.
15 ottobre,  già si sapeva che stavamo male, arriva qualche notizia che dice che si può stare peggio (andamento non brillante dei consumi in USA e andamento negativo dell’economia in Grecia, cose che già si sapevano);  parte una ondata di vendite, si scatena una speculazione a ribasso.
17 ottobre – le cose stanno come prima, si sta male come sempre; però  gli speculatori che avevano venduto ormai si sono accontentati della caduta e ritornano a comprare a prezzi  più bassi, ovviamente ci hanno guadagnato.  Certo hanno perso quelli che hanno venduto sbagliando i tempi, qualcuno ci ha perso, forse globalmente tutta l’economia ci ha perso,  ma cosa importa, l’importante è l’illusorio miglioramento della febbre.
18/10/2014 francesco zaffuto

Immagine – un vecchio termometro

Nessun commento:

Posta un commento

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.