sabato 5 gennaio 2013

Evitare di morire, si può


Evitare di morire, si può: almeno per quello che riguarda gli incidenti stradali.
I recenti dati pubblicati dimostrano che in Puglia qualcosa quest’anno è accaduto:
gli incidenti rilevati nel 2012 sono stati 1.369 rispetto a 1.755 nel 2011.
morti 59 nel 2012 rispetto a 63 nel 2011,
675 feriti nel 2012 rispetto a 920 nel 2011.
Questi dati sono a fronte di una maggiore sorveglianza sulle strade pugliesi:
7.462 multe con Autovelox nel 2012  rispetto alle 4.641 nel 2011 … qui altri dati …
La situazione per le strade italiane è come una guerra perpetua: nel solo 2011,  3.860 morti e 292.011 feriti.
Evitare di morire si può, e non solo,  anche evitare di rimanere sulle sedie a rotelle, ciechi, e con tante altre gravi mutilazioni. Evitare anche costi enormi di spesa sanitaria, evitare dolore fisico, evitare anche il dolore psichico dei congiunti. E’ possibile, basta avere un Governo che si impegna a fare rispettare il codice della strada attraverso le forze di polizia; costa poco e addirittura fa diminuire la spesa per l’assistenza ospedaliera e fa perfino aumentare gli introiti con le multe applicate.
 ALLORA perché non farlo e perché non esiste nei programmi dei vari leader che si presentano a chiedere il voto? Forse non vogliono perdere il voto dei tanti automobilisti che non rispettano i limiti di velocità e la distanza di sicurezza.
05/01/13 francesco zaffuto
Immagine . macchina incidentata

1 commento:

  1. Nessuno ci crede preferisce essere bruciati vivi.
    Tomaso

    RispondiElimina

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.