martedì 15 gennaio 2013

Quando si dice: una buona occupazione


La notizia in breve l’ho trovato su l’ANSA e vale la pena di non perderla tra le tante che riguardano il lavoro e l’occupazione. Giunge alla Casa Bianca una petizione firmata da 34.435 persone per incrementare il lavoro nel campo della ricerca spaziale. Il progetto sostenuto era quello della costruzione di una super stazione spaziale tipo guerre stellari con una super arma capace di distruggere  pianeti, asteroidi, e perché no anche qualche pezzo di terra caduta nelle mani di nemici alieni (o magari islamico comunisti). Il progetto è stato bocciato perché giudicato troppo oneroso in questo momento di crisi economica.
Ecco un paio di link sulla notizia:
 Molti dei firmatari  della petizione saranno stati ricercatori che cercavano una buona occupazione, un po’ come quelli che dobbiamo sostenere con l’acquisto degli F35, che costeranno diversi miliardi alla disastrata economia italiana.
 Di questo tipo di occupazione non abbiamo bisogno, rimangano pure disoccupati. Non abbiamo bisogno di chi costruisce armi o di chi ricerca nel campo di nuove armi, se proprio cercate un lavoro come buona occupazione vi possiamo offrire di lavorare in un panificio o in un ospedale, e possiamo darvi un nobel o un altro premio, ma solo per la pace.
15/01/13 francesco zaffuto
Immagine – un guerriero nero del film “Guerre stellari”

6 commenti:

  1. Google mi manda error 502 e mi impedisce il commento.
    Ho il dubbio che quei ricercatori si stiano dando da fare per eliminare commenti, che non possono essere che negativi.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ancora la mia astronave blog è indenne, non so per quanto tempo, ciao gattonero, passo e chiudo

      Elimina
  2. Bravo Francesco. Hai fatto bene a postare l'argomento.
    Mi sembra una cosa veramente indegna che si possa firmare una petizione destinata ad incrementare la distruzione - a questo punto non più solo della Terra - ma del Mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Ambra - detto bene indegni - c'è un noto giornalista che si è presentato con Monti che, in un dibattito televisivo che ho ascoltato, ha difeso il nostro spreco di miliardi per gli F35 come investimento per l'occupazione.

      Elimina
  3. (Pare che siano andati a prendere un caffé o in bagno...).
    Volevo solo dire che sono 68.870 braccia laureate sottratte all'agricoltura. Mi piace pensare che sia un'amerikanata, ma, nello specifico, benvenuta sia la crisi.
    Aggiornamento: 68.872, si è aggiunto quel giornalista che hai citato. La spesa per quella roba potrebbe essere dirottata nella produzione intensiva di supposte di materia grigia, da fare "ingerire" a lui e a quelli come lui.
    E intanto latitano le ambulanze...
    E intanto la gente muore per la chiusura di ospedali...
    E intanto noi dovremmo sollazzarci con le scie di vapore, bianche o colorate, lasciate nel cielo da mezzi che costano migliaia di euro per ogni minuto di volo.
    Bah!
    Ciao.

    RispondiElimina
  4. Chissà cosa si potrebbe fare con tutte le risorse dedicate alle armi. Ma dalla clava in poi abbiamo fatto dei passi in avanti, sempre in negativo però.

    RispondiElimina

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.