martedì 20 agosto 2013

Alla ricerca di una collocazione

Mandela riuscì a guidare dalla galera un movimento per la libertà del suo popolo.
Ma non è il Suo caso.
Grillo riesce a guidare da un blog la linea politica dei suoi parlamentari.
Ma non è il Suo caso
 E’ la fine del mondo se si applica una sentenza passata in giudicato e pretende l’assoluzione per tutte le successive sentenze.
 Non ci sono dubbi, con tutti i soldi che tiene e con il ruolo di leader incontrastato del suo partito,  può benissimo continuare a fare politica dalla sua Villa senza recarsi fisicamente in Senato.
Ma il gioco è ben diverso:
quanto fare pesare la nuova collocazione?
Quanto si può scassare il PD, già notevolmente scassato, sia che vota in favore o contro la permanenza del condannato in Parlamento?
Quanto fare pesare lo stare rinchiuso in una torre d’avorio dopo la cacciata?
Quanto far parlare sempre di LUI?
 Quanto si può influire con una nuova legge elettorale e quanto si può influire con l’attuale legge elettorale?
Bene,  con l’attuale legge elettorale chi sta a capo di un partito decide le liste dei candidati ed anche sui possibili eletti, considerato che non ci sono le preferenze; e se gira il vento in suo favore prende anche un cospicuo premio di maggioranza. La riforma elettorale, tanto auspicata, si allontana.
20/08/13 francesco zaffuto


Immagine – venerazione – matita -