giovedì 27 marzo 2014

Le province quasi non ci sono più

In questo blog ho sostenuta l’ipotesi di eliminare le province, come alleggerimento della macchina amministrativa e come possibile risparmio.
 Se lo sta facendo Renzi non posso certo lamentarmi e non penso di essere un renziano.  Mi pare che c’erano tanti altri che sostenevano la stessa ipotesi, eppure  ieri al Senato, per far passare l’abolizione delle Province, è stato necessario un voto di fiducia (ed ancora deve ritornare alla Camera per un altro voto).
Certo, l’abolizione delle province potrà fare risparmiare 100 oppure 1.000,  dipenderà dalla successiva riorganizzazione e distribuzione delle competenze; una cattiva riorganizzazione può annullare i benefici del provvedimento;  ma il superamento dell’istituto elettivo delle province mette le premesse per poter organizzare uno snellimento della pubblica amministrazione e un possibile risparmio.

1 commento:

  1. Ci hanno abituati a non esultare troppo quando si effettuano tagli alla spesa. Spero di sbagliare e aspetto un effettivo risparmio.

    RispondiElimina

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.