sabato 5 febbraio 2011

Balletti, ma…………



Tutti a parlare ogni giorno dello scandalo dei balletti alla villa di Arcore…..
Su questo argomento si sta occupando la magistratura, se ci sta il grave reato di coinvolgimento di minorenni i giudici provvederanno.
Ma quello che sta accadendo, in questo momento, non provoca scandalo ???????
Mandare via Berlusconi non è una questione di moralità per aspetti privati.
Si sta comprando decine di deputati e sta distruggendo la democrazia delegata.
Farà un rimpasto di governo per accontentare i nuovi arrivati, aumenterà il numero dei sottosegretari.
Quella ventina di personaggi che stanno arrivando in soccorso non ci fanno indignare?
Chi sono?
Perché questi venduti non vengono almeno indicati per il loro volgare cedere la mente? Questo tipo di compravendita viene considerato meno grave dei balletti????
Un uomo che vende la sua mente è un atto meno grave di una giovane donna che vende il suo corpo?
Non ci sono denunce sufficientemente indignate su questo problema, penso perché i partiti da dove provengono i transfughi si sentono in qualche modo colpevoli di non essere stati capaci di generare deputati integerrimi.
Grazie a questo tipo di compravendita, B. ha tutte le possibilità di durare fino alla fine della legislatura, nonostante tutte le manifestazioni indignate.
LA QUESTIONE essenziale ééééééé che éééééééé un ultramiliardario capace di comprare qualsiasi cosa.
E’ la massima espressione del capitalismo modernooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!
Conflitto di interessi significa che chi è dotato di tale potenza finanziaria non può ricoprire cariche di GOVERNOOOOOOOOO!!!!!!!!!!
Nessun altro capitalista, con tale potenza finanziaria, deve arrivare a cariche di governo.
05/02/11 francesco zaffuto
.
Immagine – china – danzatrici di Egitto © francesco zaffuto – trattasi di uno studio sulle danzatrici d’Egitto decorazione rinvenuta nelle piramidi - due danzatrici che si incrociano in danza , una con un movimento delle braccia verso il basso e una con il movimento delle braccia verso l’alto.

11 commenti:

  1. Francesco qui finisce che ci ammaliamo noi. Dobbiamo stare calmi, perché facciamo il loro gioco.
    Ieri mi sono sentita come te, ma non solo ieri.
    Ci sono momenti in cui mi sento come su di una corda: o mantengo l'equilibrio con i denti, oppure precipito nella follia. Credo si tratti di un attimo, di un punto solo.
    La situazione è gravissima. Ma distolgono volutamente la nostra attenzione sui balletti.
    E intanto ....

    RispondiElimina
  2. Le danzatrici egiziane sono di un'eleganza leggera, tanto quanto sono pesanti gli eventi, i rimpasti, le compravendite cui stiamo assistendo impotenti.

    RispondiElimina
  3. sono con la tua indignazione
    francesco
    l'errore più grande della sinistra è stato non riuscire a fare una serie legge sul conflitto d'interessi.
    bastava quella
    e non saremmo a questo punto

    RispondiElimina
  4. mi indigno pure quando viene rapita una donna italiana in algeria e non se ne parla, anzi il ministro degli esteri è troppo preso solo a proteggere con sciocchezze il suo premier, mi indigno quando sento le donne arrabbiate, come se fino all'altro giorno fosse stata diversa la situazione nei nostri confronti, mi indigno quando vedo manifestazioni di piazza ben calibrate e divise tra loro, anziché riempire tutto ciò che c'è da riempire con gente come quella che sta liberando il nord africa dalle dittature (pure di questa cosa preferiscono parlarne nel minimo indispensabile, anche se potrebbe cambiare il mondo intero tra qualche giorno..).
    mi indigno quando sento parlare ore e ore persone, anche interessanti ma solo parlanti, quando sento politici pagati fior di soldi da tutti noi fare solo polemiche da tifoseria scadente fuori da uno stadio.. gli stessi che difendono una poltrona, va detto questo: non difendono il nano, nessuno lo sopporta più, difendono la poltrona.
    ma gli italiani tendono a mitizzare qualcuno, chissà perché, forse retaggi da impero romano e attuali plagi da vaticano? così il nano diventa più importante di quel che è, più maschio e pure più alto di quanto sia veramente.. l'importante è che sia maschio per molti italiani, il resto lo decidono ..i colonnelli.
    come lara penso che bisogna non lasciarsi prendere dalla rabbia.. ma manco dalla rassegnazione però.
    che fine ha fatto una turista italiana rapita? e le intercettazioni, foto e video perché vengono resi pubblici solo se parlano di sesso ed escort o trans? pensate non ce ne sia di materiale ad esempio sui saldi degli "onorevoli", tali solo su un biglietto da visita, pure questo pagato da noi!
    ciao,laura

    RispondiElimina
  5. a questi rari amici.
    Vivo una grande solitudine e disperazione sul fine della stessa parola. Oggi leggo i commenti di Lara, Ambra, Itsas, Laura, e ricomincio ad avere qualche fiducia nella capacità della parola di trasmettere il pensiero. Il mio grazie non è solo una forma di cortesia ma è come il grazie di chi riceve un necessario pezzo di pane.

    RispondiElimina
  6. Io sono arrivato alla conclusione che essendo noi sì in capitalismo, ma soprattutto in patriarcato, succede che chiunque cerchi prima di tutto uno spazio proprio (ecco i partiti di ogni risma, misura e caratura) oppure si vende al "dio in terra" migliore, quindi non mi stupisco di chi passa da una parte all'altra, siccome tutti devono badare al loro patri-monio e solo il dio migliore glielo può garantire!

    RispondiElimina
  7. Il fumo negli occhi è un'arte sopraffina che inganna ed ammalia, la storia ne è piena, in pochi se ne accorgono, mentre le masse assecondano e parlano del superfluo.
    Condivido l'indignazione

    RispondiElimina
  8. a Dank
    che ci possano essere un corruttore e dei corruttibili è nella natura dei comportamenti umani; ma occorre in qualche modo difendersi dagli uni e dagli altri. In Italia si è parlato di conflitto di interessi ma poi non si è riusciti neanche a formulare una proposta.

    RispondiElimina
  9. a mark
    a certi livelli il fumo arriva alla narcotizzazione

    RispondiElimina
  10. Se consideri che la legge che vieta l'eleggibilità parlamentare di un titolare di concessione dello Stato (DPR 361/57, art. 10) è ancora in vigore ti girano ancora di più. Per quanto ne so anche la faccenda della compravendita dei parlametari è oggetto di indagini ma, hai ragione, è più facile stabilire lo smercio del corpo anzicché quello delle idee.

    RispondiElimina
  11. ad Antonio
    interessante il tuo appunto, c'è già un elemento normativo da applicare e ampliare. Grazie. Ho trovato il link dell'articolo che propongo agli altri lettori
    http://www.senato.it/documenti/repository/leggi_e_documenti/raccoltenormative/25%20-%20elezioni/L.%20277%20-%201993/DPR%20361-57.pdf

    RispondiElimina

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.