lunedì 21 febbraio 2011

Mediterraneo in fiamme e assenza di politica estera


L'Unione europea ha chiesto alle autorità libiche di fermare "subito" le violenze contro i manifestanti. Lo ha detto l'alto rappresentante della politica estera della Ue Catherine Ashton. Immediata la minaccia di Gheddafi: se l'Unione Europea non cesserà di sostenere le rivolte in corso nei Paesi del Nord Africa e in particolare in Libia, Tripoli cesserà ogni cooperazione con la Ue in materia di gestione dei flussi migratori.
Il grande sostegno europeo erano solo alcune parole.
Per quanto riguarda l’Italia fino ad ora solo alcune frasi di Tremonti in una conferenza stampa a margine dell’Incontro di Parigi del G20.
"La democrazia non è come McDonald's: non si esporta. La democrazia è una cosa complessa, sofisticata che si sviluppa negli anni. La democrazia in Europa è un'eccezione, la sua diffusione è stata complessa e recente"… "la politica deve avere la capacità di guardare un po’ più avanti. Esiste un problema politico di dimensione biblica. Non è esatto parlare di Libia, Algeria ed Egitto, è bene capire cosa può partire da lì e cosa può arrivare qui" "Lampedusa è a 70 chilometri dalla costa tunisina, e Lampedusa è in Italia e in Europa …”Tutto qua, l’unica preoccupazione pare quella di vedere aumentare gli sbarchi, mentre tutto il Mediterraneo è in rivolta contro i vecchi regimi. Una rivolta di portata storica enorme, per rintracciare un evento simile dobbiamo fare riferimento a quello che avvenne in Europa nel 1848.
E necessaria una grande attenzione dell’Europa e dei governi dei vari paesi europei, ma anche delle diverse componenti politiche che stanno all’opposizione, per questo evento che può cambiare la storia del Mediterraneo. Va raccolto l’impulso verso la libertà e verso la giustizia sociale, va ripreso il dialogo interreligioso e il senso dello Stato laico rispettoso dei diritti dell’uomo, occorre parlare di democrazia nel senso di una democrazia sociale capace di rispondere alle necessità del pane e del lavoro. La nostra politica oggi dovrebbe parlare di Mediterraneo e invece parla solo di Berlusconi; se sapremo parlare di Mediterraneo ci libereremo anche di Berlusconi.
nota: aggiuntiva
certo se a parlare di Mediterraneo e di Libia lo si fa come ha fatto D'Alema allora siamo proprio alle note stonate
nuova nota aggiuntiva-
Dopo il "non gli telefono per non disturbarlo" di Berlusconi di giorni addietro, oggi è arrivato con "prudenziale" ritardo il comunicato di Frattini.
Una memoria - il baciamani di Berlusconi

21/02/11 francesco zaffuto
.
Immagine “barca di migranti” © Antonio Pilato; in questa barca le anime trasportate dei migranti galleggiano come luci in un mare nero e guardano verso una strana città che emerge dalla costa e che pare sovrastarli - il pittore ha dedicato un’ampia produzione artistica sul tema visionabile su http://pilatoweb.altervista.org/home.htm