domenica 6 febbraio 2011

MARCHIONNE USA FIAT e CHRISLER



Nel maggio 2009 mi sono occupato in questo blog dell’accordo Fiat – Chrisler

http://www.lacrisi2009.com/2009/05/fiat-chrysler-spezzoni-di-uno-strano.html

L’accordo prevedeva: risollevare la Chrisler con la fatica dei lavoratori americani e con il denaro di Obama; a risanamento avvenuto dal 2013 la Fiat può esercitare un diritto di opzione per acquistare nei fatti il 51% di Chrisler. E’ evidente che Marchionne sta pensando a quella opportunità e a quella data.
Marchionne fa la sceneggiata su una cosa che già ben conosceva, nuovamente parla di andarsene dall’Italia per succhiare qualche cosa all’Italia e ai lavoratori italiani, e intanto pensa a quattro centri direzionali Fiat nel mondo. Come ogni multinazionale farà quello che vuole nel mondo, con la sola differenza che in Italia è l’unica fabbrica di automobili e detta le sue leggi a Stato e sindacato.
06/02/11
.
Immagine – USA, i faccioni del Monte Rushmore, complesso scultoreo che si trova nel Dakota del Sud