lunedì 28 febbraio 2011

Rexpubblica, un carro di Viareggio 2011

Ieri 27 sono stato a Viareggio, vi allego qualche foto. Considerato che questo blog correda le immagini con delle decrizioni dedicate ai lettori disabili visivi, ci provo anche questa volta. I carri di Viareggio 2011 erano tanti e molto belli, la mia macchina fotografica è ritornata carica a dismisura, ma in questo post sono raccolte solo sette immagini tutte riferite a un solo carro, quello di Alessandro Avanzini intitolato Rexpubblica. Rexpubblica è una montagna di carta di giornali distrutti, bruciacchiati, molti riportano la storia delle vicende berlusconiane; simboleggia una informazione che si vuole manipolare, controllare e bruciare. Questa base di giornali contorna la parte retrostante del carro, ma il davanti del carro è un grandissimo scheletro, pare essere per la sua grande mole lo scheletro di un grande dinosauro, ma osservandolo è uno scheletro umano che si piega innanzi e che porta ancora una parte umana, la testa. La parte umana di questo grande scheletro porta ancora il volto sorridente di Berlusconi.
Lo scheletro è contornato da ectoplasmi che escono dallo schiudersi di uova, sono bianchi e tanti e minacciano una possibile riproduzione della mostruosità.

La testa che campeggia sullo scheletro tenta di sorridere nel cielo grigio di Viareggio del 27 febbraio e nonostante il suo ammicchevole sorriso nasconde tutta la tragedia. Cosa potrà accadere?

Gli ectoplasmi si muovono tutti e la potente musica della Forza del Destino di Verdi comincia a spandersi nell'aria. Tra le potenti note la maschera di carne comincia a spaccarsi in due parti e ad aprirsi.
L'iniziale sorriso accattivante della maschera di carne ora comincia a trasformarsi in una smorfia diabolica e si intravede il mento e la dentiera del teschio che la maschera copriva.

La maschera di carne si allarga e si perdono i contorni rosei della carne, il teschio comincia a rivelarsi nella sua entità.

Il risultato finale: l'ultimo pezzo della maschera di carne si allarga a dismisura, tutto il teschio emerge e con la bocca aperta si alza con un urlo verso il cielo; rivela tutta la sua e la nostra paura.
28/02/11 francesco zaffuto
.

Ho ricevuto via mail un breve commento dell'autore Alessandro Avanzini

lo so che il mio carro è un pugno allo stomaco, ma il personaggio satireggiato non è da meno. grazie, A. Avanzini
.


I carri continuaranno a sfilare per gli altri appuntamenti del carnevale, chi vuole può consultare il programma al link:
http://www.viareggio.ilcarnevale.com/programma_corsiMascherati.php

CI SONO DIVERSI VIDEO SU YOUTUBE (allego il link del più lungo)
http://www.youtube.com/watch?v=TZ5G10SRpT4&feature=related