domenica 17 novembre 2013

IL PASTICCIO DEL TUC

In cucina il pasticcio può essere una buona  portata, nel campo delle tasse è solo un modo per confondere la mente ai cittadini.
Mischiare la tassa sui rifiuti insieme all’imposta comunale sui servizi indivisibili è stato già fatto abolendo la vecchia TARSU e introducendo da appena un anno la TARES ( TARES e TARSU ). Con la TUC si vuole fare un pasticcio più complesso. 
 Il cittadino deve avere l’illusione che non paga più l’IMU sulla prima casa. La parola IMU non si può più pronunciare, ma si vuole lo stesso incassare quel denaro;  allora non gli si cambia solo il nome alla vecchia IMU  ma addirittura la si mescola con altre imposte e tasse.
 La tassa sui rifiuti è in relazione a un servizio ben preciso, come dire ti pago il francobollo e la lettera deve arrivare a destinazione. Ti pago la tassa sui rifiuti e i rifiuti debbono essere raccolti e smaltiti in modo corretto. Voglio sapere come hai destinato quei sodi che hai raccolto per lo smaltimento dei rifiuti, voglio sapere per quale motivo sto annegando nell’immondizia nonostante ho pagato la tassa sui rifiuti. E’ una tassa che debbo pagare perché produco rifiuti e non perché sono proprietario di una casa, posso essere solo un inquilino e produrre rifiuti. Non c’era nessun motivo per accorpare la tassa sui rifiuti nella complessa TARES comunale  e non c’è nessun motivo logico di accorparla con la TUC. Solo il motivo perverso di generare confusione. 
Con questo nuovo intreccio impositivo temo che complessivamente si pagherà anche più dell’IMU;  e che quei piccoli proprietari  di prima casa, che prima erano chiaramente esonerati dall’IMU,  ora cadranno nel pasticcio dell’imposta comunale complessiva.
17/11/13 francesco zaffuto


Immagine – un pasticcio di pasta alla greca – se volete qui trovate anche la ricetta http://www.odealvino.com/primi/il-pastitsio-pasticcio-greco.html

5 commenti:

  1. Caro Francesco, io credo che con tutti questi strani nomi, stanno confondendo tutti!!! e senza accorgersi si cade nella rete. Ciao e buona domenica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. “è solo un modo per confondere la mente ai cittadini “
    La tassa sui rifiuti non può essere assimilata alle altre tipologie di Tasse, il costo dello smaltimento varia da Comune a Comune a secondo delle scelte tecniche di smaltimento ( dal 2013 è a totale carico dei cittadini) è di stretta pertinenza di chi produce i rifiuti e/o di chi abita l’immobile, mentre per il calcolo dell’IMU si hanno dei parametri ben definiti a livello nazionale ed è carico del proprietario dell’immobile. La situazione degenera se a loro si accorpa anche la tassa “comunale sui servizi indivisibili” di cui non si riesce a distinguere la quota che spetta a chi abita l’immobile da quella che spetta al proprietario nel caso non fossero la stessa persona.

    RispondiElimina
  3. Cambiano le parole ma non cambia la sostanza, al contrario aumenta. Magari questo pasticcio politico assomigliasse anche solo vagamente al pasticcio culinario. Sarebbe ben più gradito.

    RispondiElimina
  4. •´¯)✿(¯`•.¸☆PER TE!!! !!.BUONA SERATA•´¯)✿(¯`•.¸☆¸.•´¯)✿(¯`•.¸☆ .•´¯)
    ✿(¯`•.¸☆¸.•´¯)✿(¯`•.¸☆ ¸.•´☆ sm@@@k sma@@k...

    ___(\ /)...*•*•*....(\ /)
    ___( . .).•**•**•..(. . )...
    __o(")(")̴̡ *(¯`´¯)*(")(")O.._

    _____________¶¶______________
    _____________¶¶_¶_____________
    _____¶¶¶¶¶_______¶____¶¶______
    ___¶¶¶¶¶¶¶¶¶_____¶__¶__¶¶_____
    __¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶___¶_¶__________
    __¶¶¶______¶¶¶¶__¶_____¶¶¶¶¶__
    _¶¶¶_________¶¶_¶__¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶_
    _¶¶¶_________¶¶__¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶_
    _¶¶¶_________¶¶¶¶¶¶______¶¶¶¶_
    __¶¶_________¶¶¶_________¶¶¶__
    __¶¶________¶¶¶__________¶¶¶__
    ___¶¶______¶¶¶__________¶¶¶___
    ____¶¶¶___¶¶¶________¶¶¶¶¶____
    __¶¶¶¶¶¶_¶__¶¶_¶¶¶¶¶¶¶¶_______
    _¶¶¶____¶___¶___¶¶____________
    ¶¶¶¶¶_¶¶____¶____¶¶___________
    __¶¶¶¶¶____¶¶¶_¶¶¶____________
    ____________¶¶¶¶¶_____________
    ______________¶¶_____________

    RispondiElimina

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.