mercoledì 13 febbraio 2013

Né carne né pesce


Né carne né pesce. Ma che cosa sono, polpette vegetali? Neanche quello.
E allora cosa sono?
Sono:  Finmeccanica, Eni, MPS
Non sono proprio pubbliche, sono S.p.A. ma non sono private, lo Stato ci sta dentro con una percentuale di controllo ma anche i privati hanno delle belle fette di pacchetto azionario. Sono di pubblico interesse, ma dal punto di vista giuridico private, danno pure utili  agli azionisti; l’amministratore viene nominato per indicazioni di politici o del Governo, ma poi è libero di fare quello che gli pare, proprio tutto.
Ma un nome per definirli meglio ci può essere?

Al momento  si possono chiamare “indiziati” di reato, per tangenti; ma niente di cui preoccuparsi si tratta delle solite tangenti.

 Tangenti solo per necessità,  per far fare affari all’Italia all’estero;  sai com’è all’estero, sono un po’ corrotti e per il bene dell’Italia devi fare un contratto con gli algerini per il petrolio, oppure devi fare un contratto con gli indiani per vendergli qualche elicottero fabbricato in Italia, oppure ti devi ricomprare una banca italiana che era stata momentaneamente venduta agli spagnoli; sei come  costretto a pagare tangenti. Poi ci sono le correnti meteorologiche  e capita che il vento sposti qualcuna delle tangenti pagate fin sull’Italia. Non vado oltre perché di queste variazioni meteorologiche  se ne deve occupare la magistratura.
  Ma non sarebbe il caso di definire meglio cosa è carne e cosa è pesce. Non sarebbe il caso di fare una chiara distinzione tra ciò che è pubblico e ciò che è privato.  Le aziende pubbliche debbono essere fatte ricadere sotto una piena responsabilità pubblica. Il funzionario che dirige un’azienda pubblica deve essere assoggettato a controlli, a pene più severe in quanto funzionario pubblico e deve ricevere paghe che non superano limiti ben determinati; deve accettare una Regola, magari un po’ francescana.
 Un’azienda pubblica potrebbe anche rivestire la foggia di S.p.A, ma con il maggiore azionista Stato e una miriade di piccoli azionisti privati risparmiatori e investitori, e con un preciso impedimento statutario che evita l’accumulo di fette di controllo privato. E se lo Stato vuole passare la mano ai privati in una di quelle aziende,  allora deve totalmente cessare di occuparsene e lasciarla anche fallire. Non si possono avere aziende che sono private per gli utili e pubbliche per costi e guai.
 13/02/13 francesco zaffuto
Immagine – delle polpette di ceci che sicuramente sono di più chiara definizione di Finmeccanica http://www.cookaround.com/yabbse1/blog.php?u=23765&blogcategoryid=9254

8 commenti:

  1. "Non si possono avere aziende che sono private per gli utili e pubbliche per costi e guai"
    Questa è regola, nel nostro paese invaso da pubblica immoralità. Quando leggo i giornali stanieri (tradotti) mi rendo conto di non sentirmi abbastanza scandalizzata di quel che succede.. forse ci si assuefà anche al cattivo andazzo?
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'assuefazione c'è stata, dopo "mani pulite" l'elettorato ha dato fiducia per alcune legislature a chi apertamente giustificava l'evasione e il falso in bilancio non più reato. Oggi vedo qualche desiderio di giustizia, anche se vago e disordinato. Attendo di leggere i risultati elettorali ... ciao

      Elimina
  2. Purtroppo è una vita che i rischi sono pubblici e gli utili sono privati, questo rende evidenza di una classe imprenditoriale indegna e di un settore pubblico ormai svilito di quel disegno di lungo termine che faceva dire a Calamandrei che la nostra Costituzione è presbite, ci vede male da vicino ma benissimo da lontano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho sentito in questi giorni dire: risaniamo Montepaschi, la nazionalizziamo e poi la rivendiamo ai privati. Una rivendita poi con un bel saldo, mi immagino. Certo dopo una sinistra prodiana che ha fatto diventare una religione la privatizzazione il mio riparlare di una economia mista mi fa sentire un vecchio demente; ma i soli stimoli fiscali di cui tutti parlano non possono riportare il sesto l'economia.

      Elimina
  3. Secondo me l'espressione "non è né carne né pesce" è stata coniata di recente per trovare una giusta definizione che indichi le costituite società pubblico-private diversamente orientate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il "diversamente orientate" è un altra bella definizione. ciao

      Elimina
  4. sono d'accordo trovo assurdo questa privatizzazione dei guadagnie e solcializzazione delle perdite

    RispondiElimina
  5. Mi soddisfa questa tua idea di tornare a un po' di sana economia mista.

    RispondiElimina

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.