sabato 9 giugno 2012

Il nemico onnipotente


Può saltare con una bomba una scuola, la mafia è ovunque, un terremoto può essere causato a distanza per esperimenti scientifici di una superpotenza, l’alluvione è colpa dell’ultimo esperimento, la crisi è originata da una setta di supercapitalisti massonici, forse anche il Papa è un massone. E’ inutile che vi rigirate con le parole; le parole non contano niente, il vostro blog meno di niente, il vostro voto vale zero poi fanno quello che vogliono. LORO fanno sempre quello che vogliono. In parte è anche vero, ma solo in parte. Questo nemico disegnato come onnipotente schiaccia tutto, schiaccia ogni speranza per i giovani e ogni possibilità di lottare, schiaccia anche ogni considerazione per il vecchio che vede chiudersi in modo inutile la propria vita.
Il nemico è potente ma non è onnipotente, è diviso e pieno di contraddizioni come lo siamo noi, a volte noi stessi siamo nemico a noi stessi. Occorre conoscere, esaminare le contraddizioni una ad una ed operare con calma; occorre riflettere su ciò che si vuole, costruire con pazienza e qualcosa accadrà. La parola apparentemente debole ha una forza capace di creare convinzione ed è capace di demolire precedenti convinzioni; è debole ma è l’unica forza creatrice.
09/06/12 francesco zaffuto

Immagine – la piramide sul retro della banconota di un dollaro

5 commenti:

  1. Seminando in piena luce, come fai tu, è possibile scardinare lo status quo di questo nemico onnipotente, portando numerose alterazioni e creando ex-novo un mondo alternativo a quello attuale vicino al collasso.

    RispondiElimina
  2. Gli eccessi e l'esasperazione delle situazioni non sono mai né positivi né costruttivi.

    RispondiElimina
  3. Il Verbo, e il pensiero corre a duemila anni fa,ad uomo che sfidò potere, usanze e credenze fortemente radicate ... offrendo una nuova via ... senza imporsi, senza spargere sangue, se non il proprio ... quanta costanza e lucidità, coerenza e forza ... nella sua semplice parola annunciata a chi la volesse ascoltare e che rivoluzione portava in sè, da far vacillare e cadere un impero!

    Credo che hai ragione ed ammiro la tua coerenza

    Ciao Francesco

    RispondiElimina
  4. Il nemico è potente ma non è onnipotente, è diviso e pieno di contraddizioni come lo siamo noi, a volte noi stessi siamo nemico a noi stessi. Occorre conoscere, esaminare le contraddizioni una ad una ed operare con calma; occorre riflettere su ciò che si vuole, costruire con pazienza e qualcosa accadrà. La parola apparentemente debole ha una forza capace di creare convinzione ed è capace di demolire precedenti convinzioni; è debole ma è l’unica forza creatrice......

    Saggio Francesco
    ti voglio bene :-)
    nonnina

    RispondiElimina

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.