sabato 9 giugno 2012

Il nemico onnipotente


Può saltare con una bomba una scuola, la mafia è ovunque, un terremoto può essere causato a distanza per esperimenti scientifici di una superpotenza, l’alluvione è colpa dell’ultimo esperimento, la crisi è originata da una setta di supercapitalisti massonici, forse anche il Papa è un massone. E’ inutile che vi rigirate con le parole; le parole non contano niente, il vostro blog meno di niente, il vostro voto vale zero poi fanno quello che vogliono. LORO fanno sempre quello che vogliono. In parte è anche vero, ma solo in parte. Questo nemico disegnato come onnipotente schiaccia tutto, schiaccia ogni speranza per i giovani e ogni possibilità di lottare, schiaccia anche ogni considerazione per il vecchio che vede chiudersi in modo inutile la propria vita.
Il nemico è potente ma non è onnipotente, è diviso e pieno di contraddizioni come lo siamo noi, a volte noi stessi siamo nemico a noi stessi. Occorre conoscere, esaminare le contraddizioni una ad una ed operare con calma; occorre riflettere su ciò che si vuole, costruire con pazienza e qualcosa accadrà. La parola apparentemente debole ha una forza capace di creare convinzione ed è capace di demolire precedenti convinzioni; è debole ma è l’unica forza creatrice.
09/06/12 francesco zaffuto

Immagine – la piramide sul retro della banconota di un dollaro