venerdì 28 gennaio 2011

...la sosta



Questo blog è rimasto inattivo per sette giorni, parlerò brevemente dei motivi del…

…la sosta

Ogni tanto la morte mi passa vicino e si porta via un mio familiare o un amico, in uno di questi giorni di sosta mi ha tolto la mia cara sorella Rosalia. Si affolla sempre di più di persone care l’altra parte dell’universo ignoto.
La sosta imposta dalla morte ci allontana dai rumori del mondo, ma dopo poco tempo ritorniamo ai rumori del mondo come se quella sosta non ci avesse insegnato nulla. Nei rumori del mondo ci stiamo dentro come abitanti di un eterno movimento e noi che eterni non siamo, nel ripetere gesti e vizi quotidiani, dimentichiamo nuovamente la morte.
Della morte non si parla; la cataloghiamo, la storicizziamo, l’attribuiamo ad eventi, ma evitiamo di coglierne il senso. Solo qualche volta, quando percepiamo l’assenza di una persona cara ne cogliamo per un attimo il senso; ma timorosi del nostro pianto facciamo diventare la morte un dolore privato da superare per ritornare ai rumori quotidiani.
Affidiamo la riflessione sulla morte agli specialisti: ai sacerdoti, ai filosofi, come se fosse un settore specifico di ricerca. Sacerdoti e filosofi, investiti da tale incarico, costruiscono impianti interpretativi spesso rigorosi poiché vengono letti da altri specialisti, ma i rumori quotidiani del mondo non mutano. Eppure la sosta della morte potrebbe insegnarci, a tutti, di per sé qualcosa: per la brevità delle nostre singole esistenze potremmo cogliere la preziosità del tempo e l’inutile ripetizione dei vizi; per l’assenza che lascia negli affetti potremmo cogliere la necessaria concordia umana.
Durante questa mia sosta privata c’è stata la ricorrenza del Giorno della memoria, per ricordare che nella storia gli uomini sono stati capaci di giocare con la morte al punto di annullare ogni elemento di concordia umana. Tentare di comprendere il senso della morte ci può aiutare a vivere la nostra limitata esistenza.
28/01/11 francesco zaffuto
Immagine foto di rose bianche
http://www.zipnews.it/wp-content/uploads/2009/09/rose-bianche.jpg