lunedì 15 novembre 2010

LA VILLA REALE DI MONZA CEDUTA AI PRIVATI

(aggiornamento al 15/aprile 2011 in coda)

Il 16 dicembre 2010, se Monzesi e Milanesi saranno ancora distratti e indifferenti, la privatizzazione della Villa Reale di Monza sarà un dato di fatto, entro quella data ci sarà l’aggiudicazione alla società privata vincitrice della gara. La concessione di gestione al privato durerà 30 anni e riguarderà il corpo centrale della Villa Reale, parte delI’ Ala nord, Giardini e spazi esterni di pertinenza. In tutto circa 9.000 mq2 coperti. Gli interventi prevedono: piano terreno - aree commerciali, laboratori artigianali - spazi flessibili e polifunzionali; sovrastanti piani nobili - eventi e attività culturali; belvedere - bar, caffetteria, ristorante. La concessione per la gestione di tutti questi spazi, opportunamente ristrutturati, prevede un affitto di soli 30.000 mila Euro all’anno più lo 0,5% del fatturato. II costo previsto per la ristrutturazione è gran parte pubblico: 23 milioni di Euro l’importo totale, di cui 18 milioni a carico delle Istituzioni pubbliche e 5 milioni a carico del privato che vincerà il bando. In pratica il pubblico paga gran parte della ristrutturazione; una ristrutturazione congeniale all’uso privato e poi affitta al privato a prezzi stracciati. A fronte di spese pubbliche per la ristrutturazione di 18 milioni si vengono ad incassare in trenta anni solo 900 mila euro. Nei fatti il pubblico (cioè noi) ci perde 17, 1 milioni di euro. Il privato a fronte di 5 milioni e 900 mila euro ottiene in affitto per trenta anni 9.000 mq2 di una pregevole villa storica. Se si ammortizza il costo in trenta anni + l’affitto si ottiene un costo annuo di € 166.667 , se provate a dividere questa somma per 9.000 ottenete € 21,85 al mq2. l’anno. Basta pensare ad un ufficio di 100 metri quadrati, provate a trovare chi vi affitta qualcosa a € 2.185 l’anno, a € 182 al mese. Il prezzo è assurdo ma è ancora più assurdo il vuoto di idee. Monza non ha bisogno di qualche negozio di lusso in più, ubicato dentro la Villa Reale.















Considerato che Monza è stata il centro della pittura lombarda non era più logico che la Villa potesse diventare il centro espositivo della pittura lombarda? Raccogliendo con la collaborazione di Milano e della Regione le opere sparse delle collezioni pubbliche si può realizzare una delle più grandi pinacoteche nazionali.








Niente male se un privato gestisce una caffetteria accanto a una pinacoteca, ma è diabolico cedere a un privato per trenta anni quasi tutta l’intera Villa, è come dar via un pezzo di Storia. 15/11/10 francesco zaffuto

15 aprile 2011
L'ECCO FATTO del Sindaco Mariani e del Governatore Formigoni
http://www.regione.lombardia.it/cs/Satellite?c=News&childpagename=Regione%2FDetail&cid=1213424888971&p=1213424888971&pagename=RGNWrapper

.
Immagini foto scattate durante qualche passeggiata in in villa e ai giardini della villa
1) La Villa Reale di Monza in inverno con la neve
2) La parte della Villa che campeggia sul parco
3) La parte del parco che si vede dalla Villa in inverno
4) Giardini della Villa in primavera
5) Laghetto della Villa, ghiacciato in inverno