sabato 27 novembre 2010

SCIENZA e atti di fede



Ma non ci ho capito niente, ma che cosa è?Al momento del Big Bang, all’origine di tutto l’universo c’era questo brodo.E voi l’avete capito?L’abbiamo capito perché l’abbiamo riprodotto.E perché non vi è scoppiato tra le mani?Perché ne abbiamo fatto uno piccolissimo dentro un acceleratore nucleare.E cos’è?Una specie di grandissima pentola dove facciamo ruotare una piccolissima pallina di piombo che facciamo scontrare con un’altra alla velocità “quasi” della luce e a una temperatura di milioni di milioni di gradi.Capperi! E’ così che è nato l’universo?Sì.Volete dire che all’inizio c’era Dio che costruì, come avete fatto voi, una pentola ancora più grande e ci butto dentro un paio di palline.Non abbiamo detto questo.E che avete detto?Sei tosto e non capisci niente come tutti gli umanisti e gli economisti. Prima c’era il brodo, dal brodo nacque l’esplosione e si vennero a creare tutte le stelle e i pianeti, in pratica la materia. Ora noi avendo la materia, cioè le palline, siamo ritornati con la pentola al brodo. Te l’abbiamo detto nel modo più semplice e se non capisci, cazzi tuoi, perché questa è verità. E’ prova provata.E che vuol dire?Vuol dire che è verità perché viene dalla scienza e ce devi credere.Per fede?Nooo, perché è vero, perché è prova provata, e se non ci credi non ce ne importa niente, perché sei e rimani ignorante.Come hai detto?Ignorante.... azzo di prima ero agnostico e ora sono diventato ignorante.E’ così. Per la scienza è così.Va bene, va bene. Ma, voi con quella pentola avete finito?No, continuiamo.Nel senso che continuate a mettere palline e le fate girare per nuove forme di brodo?Certo. Si sono spesi tanti miliardi per costruire la pentola e continuiamo.E potrebbe sempre saltare pentola, palline ecc. ecc. ?Non è saltata.Si, certo, se siamo qua a parlare non è saltata. Ma è completamente esclusa ogni possibilità di saltare?Ma si tratta di un milionesimo di rischio.Come per il superenalotto?Smettila di fare l’ignorante e troglodita.27/11/10 francesco zaffuto
.
su questo blog, post sullo stesso argomento:
La mollica di pane e il grande collisore adronico

(immagine – l’uomo vulcano – acquerello)

nota descrittiva dell'immagine per i non vedentiUn vulcano in esplosione, dai fumi dell’eruzione comincia a delinearsi una forma di volto umano. Colori prevalenti il rosso, il giallo e il nero; il volto umano e in nero e di profilo verso la destra del foglio.

7 commenti:

  1. Meno male che ci scherzi Francesco, la capacità di giocare è sempre positiva. Personalmente sono sicuramente "ignorante e troglodita" ma non mi piace questa tendenza dell'essere umano a giocare con Babele e la sua torre.
    Certamente è giusto e necessario capire quel che c'è da capire, ma giocare con quel che non si conosce e non si riesce a valutare può essere molto stupido.
    Noi ripetiamo spesso l'errore di fare le cose senza alcuna umiltà.
    Lo stiamo facendo anche con il nucleare e se tanto mi dà tanto, se dimostriamo in questo campo la medesima capacità di controllo...bhè non mi stupirebbe che il brodino ci sfuggisse dalla pentola ed allora non potremo poi chiedere scusa o gridare "non vale"...

    Abbracci
    Namastè.

    RispondiElimina
  2. Cara Rosa
    Eppure sono intelligentissimi, io di fronte a loro sono un misero appena sufficente in matematica. Navighiamo nell'assurdo. Continuiamo sulla strada tracciata da Galileo eppure Galileo mi sembra tanto lontano, gli scienziati lavorano in gruppo, ben equipaggiati e finanziati. La chiesa oggi non perseguita più gli scienziati cerca di conformarsi in qualche modo, cerca di usare la loro intelligenza come un dono di del grande Dio. I filosofi sono diventati timorosi, si occupano di estetica e lasciano l'indagine sul creato ai fisici. C'è qualcosa che non mi torna nei conti.
    Namastè

    RispondiElimina
  3. Qui si vive in un mondo di fedi: chi crede nell'aldilà, con una infinità di dei, ciascuno con un suo 'credo', ciascuno sicuramente unico e verace.
    Oltre queste fedi stucchevoli e variegate, ci mancava la 'fede' nella scienza, così come viene proposta: sei chiaramente ignorante, devi avere fede, per esempio nel fatto che siamo a rischio ritorno al casino primordiale 'solo' per un milionesimo di rischio. Dobbiamo avere fede che per le centrali nucleari il rischio scende a un miliardesimo di possibilità.
    E dopo questo bailamme di fedi, facciamo casino per un Fede al tg4?
    Va a finire che questo è il Fede (male) minore...

    RispondiElimina
  4. vedo gatto che anche tu ti appigli a una risata per vivere, saluti

    RispondiElimina
  5. Il brodo primordiale = pietra filosofale ?
    Fin dai tempi di Talete (600 a.C.), i filosofi greci iniziarono a speculare sulla natura della materia.
    Nel Medioevo, attraverso l'opera degli alchimisti, si mette a fuoco per la prima volta in modo chiaro il desiderio dell'uomo di oltrepassare i limiti imposti alla natura umana.
    Ai giorni nostri e tentando un parallelismo tra le pratiche mistiche dell'alchimista e i miti moderni, mi chiedo a cosa può corrispon dere, oggi,la ricerca della pietra filosofale.
    Cosa cerca, oggi, l'uomo? Quali sono le sue mete più ambite? Quali le truffe, i nuovi giochi di prestigio??? ...
    A parer mio, chiunque tenti, con l'arte o con un artificio non naturale, di introdurre nell'arcano qualcosa che per natura non vi si trovi, erra e si pentirà del suo errore.
    La pietra filosofale è, per eccellenza, la sostanza catalizzatrice simbolo dell'alchimia, capace di risanare la corruzione della materia.La pietra filosofale sarebbe dotata di proprietà straordinarie tra cui:
    1.fornire un elisir di lunga vita in grado di conferire l'immortalità fornendo la panacea universale per qualsiasi malattia;
    2.far acquisire l'"onniscienza" ovvero la conoscenza assoluta del passato e del futuro, del bene e del male, ecc.
    Il brodo primordiale ?
    Infine,invito chi ha tempo, voglia e conoscenza in materia a correlare le date degli esperimenti ufficiali e le scosse di terremoto in italia forse?......

    RispondiElimina
  6. @ a Libomast
    sì, la contraddizione sta tra il ricercare e il manipolare. La ricerca sta alla base della voglia di conoscere dell'uomo e fa riferimento alla libertà nel suo cercare la verità; la manipolazione è un intervento che coinvolge altri uomini e in alcuni casi l'intera umanità. La scienza servendosi dello sperimentare in diversi casi mette insieme i due elementi. Un limite astratto può portare a limitare la libertà dei ricercatori; allora il limita deve trovarsi nel concreto danno che ne può ricavare l'umanità.

    RispondiElimina
  7. ciao Francesco,
    Chiedo scusa per queste righe fuori luogo, ma mi sono trovato costretto ad usare questo spazio perché non ho trovato altri modi per inviarti questa segnalazione:

    PREMIO SUNSHINE AWARD ‘11
    il blog 4Sfumaturedellarealtà ti ha selezionato per il Sunshine Award 2011. Per saperne di più vai al link http://4sfumaturedellarealta.blogspot.com/2011/01/premio-sunshine-award-11.html
    L'Hacker

    a presto.

    RispondiElimina

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.