sabato 28 gennaio 2012

un atto violento


Dire che il titolo di studio non ha alcun valore è un atto violento.
Il valore legale (o chiamiamolo se vogliamo sociale) del titolo di studio è il riconoscimento minimo per una fatica spesa in anni di studio. Il completamento di un corso di laurea consta esami, patemi d’animo, giornate e nottate di studio. Indipendentemente dalle capacità fisiche date dalla natura, chi raggiunge il compimento di un corso di laurea ha fatto un lavoro pesante ed ha investito buona parte della propria vita; pertanto uno straccio di merito deve essere riconosciuto da questa società. Magari avrà difficoltà a spendere nello specifico quel titolo di studio ma voler sancire che non vale un C.. per trovare un lavoro. è un atto violento.
Il governo Monti si è al momento astenuto, forse ha sentito la puzza di bruciato e non è andato oltre.
Ma va combattuto il luogo comune della mancanza di valore dello studio, va combattuto prima che il grande Moloch inghiotta tutto; e il Moloch non è Monti ma l’imperante luogo comune.
28/01/12 francesco zaffuto
Immagine – il grande Moloch del film Cabiria