lunedì 2 aprile 2012

Denaro virtuale


La Svezia si prepara ad eliminare completamente il denaro contante e passare ad una economia basata solo sulla moneta elettronica.
La notizia potete trovarla su:
In Italia abbiamo avuto un piccolo assaggio con il divieto di pagamenti in contanti da mille euro in su e con l’imposizione di un c/c a tutti, anche ai pensionati, misure varate recentemente dal governo Monti.
La procedura di pagamento tramite moneta elettronica permette un possibile controllo dei movimenti di denaro poiché si viene a lasciare traccia informatica per ogni movimento; in pratica gli atti economici diventano espliciti e sorvegliabili, la sorveglianza viene attuata attraverso le banche dati delle Banche e le informazioni si possono convogliare in un’unica banca dati nazionale.
L’ente che sorveglia tutti gli atti può essere: uno Stato che vuole far pagare le tasse a tutti in modo equo e che vuole sorvegliare sul malaffare e sulla delinquenza oppure uno Stato autoritario che vuole controllare ogni movimento dei suoi cittadini. La Svezia non è di certo uno stato autoritario e la sua politica da tanti anni (indipendentemente dall’alternanza di componenti politiche di sinistra o di destra) è stata improntata alla solidarietà sociale.
Con eliminazione del denaro contante sicuramente molti atti illeciti e molta evasione fiscale verrebbe a cessare; ma resto poco convinto di un occhio che guarda tutto, e trovo il contanti uno strumento tutto sommato utile per le piccole spese e anche per qualche elemosina (quella diretta, non certo quella istituzionalizzata). Se qualcuno mi potesse assicurare che con l’eliminazione del contanti si venisse ad eliminare la miseria potrei pure convenire per un mondo dove non è più necessario fare l’elemosina; ma non credo che siano queste le reali intenzioni.
02/04/12 francesco zaffuto
Immagine – il bigliettino di una vecchia lira – ricordo che ne mettevo insieme cinque per comprare le caramelle.