mercoledì 11 aprile 2012

ERA MEGLIO SE NON PRENDEVO LA LAUREA

Sì, forse era meglio che non prendevo la laurea. Se mi mettevo subito a cercare lavoro appena diplomato un qualche lavoro l’avrei trovato; un impiego del cazzo come magazziniere o un lavoro manuale come apprendista in qualche mestiere; a quest’ora (forse) avrei una situazione stabile e qualche anno di contributi . Ora con la laurea non so come scrivere il mio curriculum: lo do dico o non lo dico che sono laureato? Una laurea umanistica per magazziniere o per servire in un bar serve a ben poco, anzi diventa un handicap, ti senti dire: “questo non è un lavoro per lei”. Per certi lavori umili che sono disposto a fare, perché sono in qualche modo pagati, non ti prendono; e hai voglia a dire che sei ben disposto a farli e che sei capace di farli; ti chiedono l’esperienza pluriennale per pelare patate e poi scopri che hanno dato quel lavoro al silenzioso pakistano che riescono meglio a sfruttare. E quale è il lavoro che resta? Sempre che lo riesci a trovare: il call center per pochi euro al giorno oppure il venditore porta a porta con provvigione oppure il presentatore di prodotti o il procacciatore di affari per una immobiliare; con un rapporto vago e incerto, forse non arrivi 300 euro alla fine del mese.
Sento di politici che per mettersi un fiore all’occhiello si comprano la laurea a suon di quattrini; ma io che ho sudato per ogni esame forse era meglio che ... ( sì forse era meglio che?) … ma ho qualche strumento culturale per mandarvi meglio a fare …
11/04/11 Didimo Chierico

9 commenti:

  1. Mi pare ci sia un film "T'amo in tutte le lingue del mondo", o qualcosa di simile.
    Ecco, il poterli mandare "a...." in tutte le lingue del mondo, è una soddisfazione che non ti potresti prendere senza quello straccio di laurea. Lo so, a questo punto, una laurea del c...
    L'apice sulla miseria di certe lauree è stata toccata quando un ignorantissimo pesce l'ha ottenuta dopo un percorso scolastico vergognoso, e che, già prima del suo brillante epilogo, lo ha portato a "incassare" in un paio di mesi quello che "guadagna" un laureato ben piazzato in un anno.
    La vicenda è di una meschinità tale che già il commentarla provoca conati di vomito.

    RispondiElimina
  2. No,no..questi qui bisogna combatterli con l'intelligenza e l cultura - cose di cui spesso sono carenti..

    RispondiElimina
  3. Non hai idea di quante volte io abbia pensato queste stesse cose che scrivi!

    RispondiElimina
  4. Allora laureati a spasso mettete la vostra intelligenza contro tutti questi politici ladri,
    voi che avete sudato per avere la vostra laurea e non dovete niente a nessuno se non alle vostre capacità e alla vostra famiglia,
    voi che non avete mai chiesto niente alla politica se non vi spettava legalmente come cittadino libero,
    lo sò qualcuno sorriderà adesso, si dice che è prassi italiana dare il voto a chi ci promette
    favori e agevolazioni in cambio,
    non facciamolo più!!!Risata generale vero??
    Ci deve essere qualcuno che ha capacità e niente cadaveri nell'armadio tra questi laureati a spasso !!!Coraggio fategli vedere di cosa siete capaci trovate gli strumenti per renderli immuni !!!!

    orsolina

    RispondiElimina
  5. La laurea ti ha dato la possibilità di fare lavorare il cervello. Non è mai sprecata. Puoi anche decidere di tenerla tutta per te, senza esibirla e accontentarti di un qualsiasi lavoro, ma in fine quel lavoro lo farai comunque con la testa. Il cervello allenato non smette mai di pensare.
    Su forza

    RispondiElimina
  6. Stai scherzando, non cambierei la mia posizione con nessuno di quei pezzenti!

    RispondiElimina
  7. Una laurea serve se la si è sudata:oltre alle conoscenze specifiche,dà metodo di anali,aiuta a ragionare, a capire e farsi capire,aiuta anche a poter mandare a quel paese,con eleganza,con linguaggio forbito,con ironia,in mille modi insomma,tanta gente..

    RispondiElimina
  8. Non mollare Francesco ...
    la Laurea è Tua e nessuno te la può togliere (intendo il merito di averla conquistata), con questa consapevolezza affronta le difficoltà della vita con lo stesso spirito con cui hai affrontato e superato gli esami e la Tesi ... nulla è vano, prima o poi i conti si pareggiano

    In bocca al lupo, meglio se è una lupa (a buon intenditor poche parole)

    RispondiElimina
  9. Quanti giovani, purtroppo, si trovano oggi in codesta situazione!

    RispondiElimina

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.