giovedì 14 marzo 2013

Due drammi e un nome


 Ieri un Papa è salito al soglio pontificio con il nome di Francesco. Il nome è sicuramente impegnativo e richiama un programma di povertà; è stato accolto con speranza dai cattolici ed anche da chi, pur non essendo cattolico, attribuisce importanza a ciò che accade nel vasto e complesso mondo della Chiesa cattolica. Passata appena una notte, si allunga un’ombra che viene dal passato, i giornali di stamane parlano anche di quegli anni della dittatura in Argentina
 Quegli anni pesano per la Storia e sicuramente pesano per la coscienza, non so se si riuscirà mai a fare piena luce. Anni fa scrissi due drammi teatrali: uno sui desaparecidos, dove una parte rilevante era dedicata alla figura di un prete; e uno su San Francesco, sul suo travaglio alla modifica della Regola dell’ordine. In qualche modo, ieri sera,  mi ritornavano alla mente e mi pareva che questo nuovo Papa potesse racchiudere nella sua figura ambedue questi drammi.  Visto che questi  drammi sono liberamente fruibili su internet, aggiungo i link.













Il resto appartiene al futuro, e alla storia del futuro, che diventerà anch’esso passato.
14/03/13 francesco zaffuto
immagini - copertine dei due drammi

7 commenti:

  1. ma il santo è francesco saverio (cofondatore dei gesuiti) non francesco d'assisi. o almeno gioca sull'equivoco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in qualche modo mi pare che la scelta povertà li accomunava

      Elimina
  2. Io invece ho letto questo:

    http://www.donvitaliano.it/?p=145

    E' un articolo scritto qualche anno fa', quando fu eletto Papa Ratzinger, e il cardinale Bergoglio fu colui che prese piu' voti subito dopo...
    Il discorso di Papa Francesco mi ha toccato il cuore, ma il tarlo del dubbio purtroppo c'è.

    RispondiElimina
  3. Un Papa non deve avere tali cadaveri nell'armadio,
    e il suo nome Francesco è solo un abuso, uno dei tanti.
    orsolina

    RispondiElimina
  4. @orsolina: s'è dato il nome che dai sondaggi risultava il più desiderato, solo che come dice marco gioca sull'equivoco: la gente voleva er poverello, e mo? ;)

    RispondiElimina
  5. Ciao Blindsight non ho seguito i sondaggi ma stò cercando di capire in che razza di mondo vivo per collocarmi e non schiantarmi inutilmente su una parete nera.
    ciao orsolina

    RispondiElimina
  6. Se almeno la Chiesa diventasse un po' più umile...

    RispondiElimina

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.