mercoledì 29 febbraio 2012

MA SIETE COMUNI D’ITALIA????


Comuni, regioni e province, rifiutano il versamento dei propri fondi in una Tesoreria unica nazionale così come previsto dal Governo Monti. Preferiscono avere i loro rapporti con le banche private. Cosa importa se lo Stato per immediate necessità di cassa deve emettere BOT a tre mesi e pagare interessi, quando i versamenti presso una tesoreria unica possono far diminuire queste necessità.
Tutti là: comuni leghisti e comuni di sinistra a difendere il loro campanile e i rapporti con le banche private, a difendere un federalismo di facciata.
Alcuni comuni in Italia in un recente passato si sono lanciati in pericolose operazioni di finanziamento con le banche (tipo l’operazione di Milano sui Derivati), in questo blog mi occupai dell’argomento nel maggio 2010 con il post QUALE FEDERALISMO .
Una Tesoreria unica nazionale, dove si raccolgono i fondi momentaneamente non spesi, può permettere: un minore ricorso a emissioni di BOT sul breve termine per necessità di cassa, può accelerare il pagamento di debiti contratti con le aziende; può far fronte alle necessità di qualche comune in difficoltà; una Tesoreria unica nazionale può assolvere alla funzione di banca degli enti pubblici.
Viene voglia di dire ai vari Errani, Renzi, Orsoni, Zaia … ; ma siete italiani?
29/02/12 francesco zaffuto
Immagine – bandiera italiana
Alcuni link per le notizie