sabato 17 settembre 2011

Il testimone

Domanda: Cosa preferisce fare il testimone o fare l’imputato?
Risposta: Sicuramente l’imputato.
Precisazione: Ma lei si rende conto che è parte offesa?
Risposta: L’essere considerato parte offesa è proprio un’offesa nei miei riguardi.

Se un imputato si sottrae ad un interrogatorio, se rifiuta di rispondere, se lascia fare ai suoi avvocati e non si presenta ad una udienza (anche se fa scandalo perché riveste cariche pubbliche), è nel pieno della legittimità della scelta di una strategia di difesa.
Ma se un testimone rifiuta di testimoniare siamo fuori da ogni legittimità.
Come la mettiamo?

Per risolvere la questione si può fare ricorso a Semiramide e qui si riporta un’immagine di una vecchia incisione del XVII secolo, ma per giustificare l’analogia debbo ricorrere ai versi di Dante canto V inf.


«La prima di color di cui novelle
tu vuo' saper», mi disse quelli allotta,
«fu imperadrice di molte favelle.

A vizio di lussuria fu sì rotta,
che libito fé licito in sua legge,
per tòrre il biasmo in che era condotta.

Ell'è Semiramìs, …