mercoledì 16 maggio 2012

L’auriga di Delfi


L’auriga del museo di Delfi, sta dritto nella sua forza e avvolto dalla sua tunica, gli è rimasto solo un braccio e tiene ancora le redini, ma i cavalli non ci sono più: scappati, rubati, fuggiti, non si sa. Eppure se lo guardi e anneghi nella sua bellezza cominci a sentire il rumore degli zoccoli di quei cavalli che calpestano una strada pietrosa.
La Grecia è questa bellezza, con l’euro o senza l’euro è e resta la patria culturale di questa Europa; senza la Grecia l’Europa diventa povera.
16/05/12 francesco zaffuto
Immagine – l’auriga di Delfi da una foto di un mio viaggio in Grecia