giovedì 17 maggio 2012

Shakespeare e il Re Lear di oggi


I drammaturghi in qualche modo sono influenzati dai drammi che l’umanità vive; nello scrivere il Re Lear pare che Shakespeare abbia fatto riferimento al’intreccio di storie dell’epoca.
Nel caso in cui Shakespeare fosse vissuto ai giorni nostri per il suo Re Lear avrebbe dovuto fare riferimento a Bossi, alla sua famiglia, al suo partito, al possibile regno di Padania. Sicuramente sarebbe venuto fuori un dubbio per il grande drammaturgo: tenere il tono della tragedia o quello della farsa? Nei fatti la vicenda di Bossi ha tutti gli aspetti della tragedia, se si guarda a un personaggio offeso dalla malattia e colpito nello stesso bene/partito che aveva fondato e costruito, ma tutti i contorni sono da farsa. Forse Shakespeare, trovandosi in notevoli difficoltà, avrebbe rinunciato a scrivere sul regno della Padania oppure avrebbe prodotto la più grande delle sue opere.
17/05/12 francesco zaffuto

immagine - ritratto di Shakespeare