sabato 22 dicembre 2012

Natività


dialogo di Natale

Le lucette …  sì le lucette …
Ma tu che c’entri sei agnostico
La capanna con il bue e l’asinello …
Ma tu che c’entri sei ateo
Il bambinello e la Madonna e San Giuseppe
Ma tu che c’entri  sei di un’altra religione
E la stella e …
Ma tu che c’entri  sei …
In qualche modo sono nato anch’io
Hai portato  una buona novella?
Volevo provarci ma … poi si sono messe tante cose di traverso
Anche quella volta si misero tante cose di traverso e lui ci provò lo stesso
E ora?
Ora il natale è per tutti
… e poi …
…  la vita
…  con tutte quelle cose che si mettono di traverso
…  poi la morte che ci cammina accanto
…  poi di nuovo un Natale per tutti

21/12/12 francesco zaffuto

IMMAGINE

 Fiori Federico (Urbino 1528 - 1612) detto Barocci o Baroccio. "Natività" 1597; Olio su tela, 134 x 105 cm. Museo del Prado, Madrid.
 Questa Natività del Barocci è diversa dai tanti quadri che siamo abituati a conoscere sulla natività, non ce stasi ma un grande movimento dell’azione e della luce. La madre illuminata dalla luce (di una lanterna fuori scena) si sta avviando verso il bambino con le mani aperte come  a prenderne cura. Il padre Giuseppe sta alla porta, semiaperta, sta facendo entrare qualcuno dei pastori ed indica con la mano verso la culla. Il bue è quasi in primo piano ma si nota solo la sua testa e una piccola parte della testa dell’asinello.  Il bambinello rivolge lo sguardo fuori dal quadro come se fosse rivolto a chi sta guardando il quadro. La luce della paglia si diffonde in quella capanna e pare formare una leggerissima aureola attorno al volto della madonna.

5 commenti:

  1. Alone poetico di un dipinto che non conoscevo!

    RispondiElimina
  2. Una Natività che non conoscevo e la tua poesia così toccante:"...ora il Natale è per tutti" anche per chi non ha il cuore grande e dovrebbe capire (non è mai troppo tardi) che il Natale è per tutti.

    RispondiElimina
  3. Credo, Francesco, che il Natale possa essere sentito in modi diversi, a prescindere dalla religione.
    Per chiarirmi meglio, prendo esempio da me.
    Sento il bisogno di spiritualità, ma mai mi rivolgerei a questa chiesa cattolica, che tanto ama il Potere e....
    Trovo più facilmente Dio nella Natura, nel suo ritmo, nei suoi cicli e in quello che della Natura ancora non possiamo conoscere.

    Paganamente forse, vivo con rinnovato stupore, il passaggio dalle tenebre alla Luce.

    Certo se pensiamo al consumismo, hai tutte le ragioni di questo mondo.

    Mi scuso per questo lungo commento che forse è anche fuori tema.

    Ma ne approfitto per augurare a te e alla tua Famiglia un Felice Natale.
    Ciao,
    Lara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sicuramente non sei fuori tema
      ciao carissima

      Elimina
  4. Siamo costretti a entrarci, anno dopo anno, nolenti o volenti.
    Poi arriva l' Anno Nuovo e si sa che la speranza....
    BUON 2013
    Cristiana

    RispondiElimina

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.