venerdì 14 dicembre 2012

Debito pubblico: una notizia buona e una cattiva


Oggi 14/12/12  le notizie sul debito pubblico sono due: una cattiva e una buona.
 La notizia buona è quella che nonostante la turbolenta settimana politica, nonostante il lunedì nero in borsa (Ecco chi ha fatto goal): lo Stato italiano è riuscito a collocare in asta il rinnovo del debito pubblico con interessi in discesa.
In pratica si è registrata una domanda di titoli degli investitori superiore alla stessa offerta e si sono determinati tassi inferiori a quelli delle aste precedenti: rendimento Bot al 1,45%, rendimento medio Btp 2,5%.  L’elevata richiesta delle  banche investitrici di titoli dello Stato forse è ancora determinata dall’effetto di quel flusso di denaro che le banche hanno ricevuto dalla BCE al tasso agevolato dell’1% e che trovano più riposante prestare allo Stato invece che prestarlo alle imprese. In ogni caso la diminuzione dei tassi sul debito pubblico va salutata come una buona notizia perché sul lungo periodo non farà crescere il debito dello Stato a una velocità elevata.
Ed ora la notizia cattiva.
 E' ormai ufficiale il dato complessivo del debito pubblico in Italia,  in ottobre 2012 ha superato i 2 mila miliardi di Euro.
 Nonostante la cura Monti il debito è aumentato, certo il professore ha già detto che gli effetti positivi delle sue medicine si vedranno dopo, ma per ora abbiamo solo gli effetti negativi, che se legati ai dati di disoccupazione (11%) fanno venire la pelle d’oca. Ma giusto per digerire le due notizie prendiamole insieme e speriamo ….
14/12/12 francesco zaffuto
Immagine grafica di good e bad news http://it.123rf.com/stock-photo/novit%E0.html